Una vera e propria rissa, con tanto di colpi proibiti. Tensione alle stelle in casa Bayern Monaco a causa di una violenta lite tra Robert Lewandowski e Kingsley Coman che sarebbe degenerata addirittura in una scazzottata. A raccontare il tutto ci ha pensato la Bild svelando i dettagli dell'incredibile episodio che è andato in scena a pochi giorni dalla splendida vittoria della formazione di Kovac sul Borussia Dortmund che potrebbe rivelarsi fondamentale per la vittoria della Bundesliga.

Bayern Monaco, rissa tra Lewandowski e Coman in allenamento

Un giovedì di fuoco nel centro sportivo del Bayern Monaco. La Bild, popolare quotidiano tedesco, ha rivelato i retroscena di quanto accaduto nella sessione d'allenamento odierna, chiusa a pubblico e stampa. Nel corso della sessione Robert Lewandowski e Kingsley Coman si sono resi protagonisti di una vera e propria rissa. Dalle parole, pesanti, i due sono passati ai fatti, con tanto di scazzottata. Una situazione fuori controllo che i compagni hanno provato a sedare, non senza difficoltà. Sule e Boateng, due colossi, hanno tentato di separare il polacco e il francese che hanno continuato a suonarsele fino a quando non sono intervenuti altri giocatori.

Cosa c'è dietro la rissa tra Lewandowski e Coman, il perché della violenta lite

Secondo la ricostruzione del tabloid tedesco tutto è nato da un alterco legato a situazioni di gioco. Sarebbe stato Lewandowski a dare il la, alla lite con critiche nei confronti del più giovane compagno francese. Coman dal canto suo non ha accettato i rimproveri rispondendo per le rime fino a quando la situazione non è degenerata in una vera e propria rissa. L'allenatore Kovac inizialmente ha sospeso i lavori, rispedendo i due negli spogliatoi. Quando la situazione si è "raffreddata" però ha deciso di richiamare tutti in campo per chiudere la seduta. Cosa succederà ora? I due calciatori potrebbero andare incontro a provvedimenti disciplinari da parte del club bavarese, con tanto di multe salate