Una situazione a dir poco curiosa che potrebbe avere ripercussioni nel prossimo calciomercato. Tutto è nato da una richiesta dell'allenatore del Barcellona Ernesto Valverde che in occasione della pausa per gli allenamenti delle nazionali, ha proposto delle sedute d'allenamento volontarie per i calciatori rimasti in terra catalana. Il risultato? Alle sedute d'allenamento "straordinarie" per i calciatori non convocati con le rappresentative non si è presentato nessuno.

Barcellona, Valverde e il caso degli allenamenti volontari

Dopo l'ultima super vittoria del Barcellona sul campo del Betis Siviglia, nel segno di Leo Messi autore di una super tripletta, l'allenatore Ernesto Valverde ha dovuto fare i conti con un esodo di massa: tante le stelle blaugrana impegnate con le nazionali, nelle sfide valide per le qualificazioni a Euro 2020 e nei test amichevoli. Ecco allora che il tecnico ha voluto dare la possibilità ai giocatori rimasti in terra catalana di allenarsi tra le giornate di lunedì e venerdì. Non sedute obbligatorie ma volontarie, per sfruttare al meglio la sosta.

Quali sono i calciatori che non si sono allenati

Sono solo 4 i giocatori rimasti a Barcellona e non impegnati con le nazionali, ovvero Piqué (che ha detto addio alla Spagna, giocando ora per la rappresentativa catalana), l'ex Sassuolo Boateng, Lenglet e Malcom. Niente da fare per gli infortunati Rafinha, Dembélé e Suarez, con il francese e l'uruguaiano che stanno provando a recuperare la forma migliore in vista del finale di stagione.

Boateng e Malcom verso l'addio a fine stagione al Barcellona

Chi ha raccolto l'invito di Valverde? A sorpresa nessuno dei calciatori ha deciso di effettuare sedute d'allenamento volontarie in avvio di settimana. A rivelare il tutto ci ha pensato la stampa spagnola e in particolare il quotidiano As, rivelando che i 4 calciatori rimasti a Barcellona hanno deciso di sfruttare i giorni di riposo, approfittando anche dell'assenza del resto della squadra. Una situazione curiosa che potrebbe anche avere ripercussioni sul futuro dei protagonisti, e in primis di Malcom e Boateng. Entrambi a fine stagione potrebbero essere destinati all'addio: la mancata presenza agli allenamenti "volontari" infatti potrebbe complicare ulteriormente i rapporti con Valverde che già ha concesso loro pochi minuti.