Non sono calciatori come tutti gli altri. Quando lasciano il club in cui giocano, raramente il valore del loro cartellino raggiunge le cifre astronomiche che siamo abituati a vedere. Spesso l'addio alla squadra coincide col ritiro dal calcio giocato, e – quando accade – le lacrime scorrono copiose e rigano i volti di tifosi e compagni di squadra. Stiamo parlando di bandiere, calciatori che hanno dedicato una carriera a una sola squadra, uomini il cui nome è legato indissolubilmente ai colori societari, giocatori la cui maglietta è stata indossata almeno una volta da ogni tifoso. Quali sono i 10 giocatori più "fedeli" dei maggiori campionati europei? Ai primi posti due volti noti della Serie A: Sergio Pellissier e Daniele De Rossi.

A Pellissier il premio di ‘più fedele', anche De Rossi sul podio

Ha annunciato la scorsa settimana il suo addio al Chievo. Il saluto di San Siro è stato per lui "una delle emozioni più belle mai provate". Dopo 18 anni, 10 mesi e 14 giorni, lascia la Serie A Sergio Pellissier. È lui il calciatore più "fedele" d'Europa, quello che ha passato più tempo consecutivo nella stessa società. Al secondo posto c'è Daniele De Rossi, l'uomo del momento, il cui annuncio del ritiro (dalla Roma, non dal calcio giocato) ha sconvolto i tifosi giallorossi e continua a far discutere. Il capitano romanista è in società dal 1 luglio 2002, esattamente 16 anni 10 mesi e 14 giorni con gli stessi colori sulla pelle. Forse anche per questo motivo, oltre che per le sue doti da leader, è così difficile dirgli addio.

Fedeltà tra i pali: nella top 10 ben 4 portieri

A completare il podio dei calciatori più fedeli dei maggiori campionati europei c'è Volkan Demirel, portiere che dal 2002 difende i pali del Fenerbache. Per lui 16 anni, 9 mesi e 9 giorni di militanza nel club turco. Complice la delicatezza del ruolo ricoperto, spesso sono gli estremi difensori a restare più a lungo nello stesso club. Al quarto posto in questa speciale classifica si trova infatti Igor Akinfeev, storico portiere della Nazionale russa e del CSKA Mosca da poco più di 16 anni e 4 mesi, mentre più in basso, rispettivamente ottavo e nono, troviamo Sergio Alvarez e l'italoargentino Julian Speroni, che agiscono tra i pali di Celta Vigo e Crystal Palace da 14 anni e 10 mesi.

Lionel Messi patrimonio blaugrana: è il "fedele" dal valore più alto

Tra le tante cose che lo differenziano da Cristiano Ronaldo, al di là dell'aspetto tecnico-tattico, c'è l'attaccamento alla maglia. Da 15 anni, 4 mesi e 13 giorni Leo Messi vuol dire F.C. Barcellona. La ‘pulce' è il settimo calciatore per permanenza consecutiva nello stesso club, e negli anni ha fatto la fortuna del Barcellona e viceversa. In 15 stagioni ha vinto 5 palloni d'oro, ma anche 10 volte La Liga, 4 Champions League e 3 Mondiali per club. Secondo il sito specializzato transfermarkt il valore attuale di Leo Messi è 160 milioni di euro, di gran lunga il più costoso tra i fedelissimi d'Europa.

Gli outsider "di lusso": Chiellini, Sergio Ramos e Magnanelli

Appena fuori dalla top 10 anche due conoscenze della Serie A. Al 13esimo e 14esimo posto, entrambi con 13 anni, 10 mesi e 14 giorni di permanenza nello stesso club, ci sono Francesco Magnanelli e Giorgio Chiellini, bandiere di Sassuolo e Juventus dal 2005. Dallo stesso anno, ma col contratto firmato il 31 agosto, opera nella retroguardia del Real Madrid lo spagnolo Sergio Ramos. Il difensore indossa la camiseta blanca da 13 anni 08 mesi 14 giorni ed è 16esimo in questa speciale classifica.