Dell'uscita a vuoto del presidente Massimo Cellino si continuerà a parlare a lungo. Le sue dichiarazioni su Mario Balotelli, catalogate dal patron delle Rondinelle sotto la voce "sarcasmo", non hanno infatti lasciato indifferente la Procura Federale (che sta valutando un possibile deferimento del numero uno del club lombardo) e l'opinione pubblica: rimasta tiepida anche di fronte alle giustificazioni del presidente bresciano. Intervistata dai conduttori del programma ‘Un Giorno da Pecora' di Rai Radio Uno, anche Raffaella Fico è scesa in campo a fianco del giocatore e commentato il triste episodio.

"Ove mai fosse stata una battuta, come ho sentito dire, sarebbe stata infelice e incresciosa – ha dichiarato la showgirl ed ex compagna di Mario Balotelli – Se la poteva risparmiare, è stata davvero un'uscita infelice, su questi argomenti non vanno fatte battute. Il futuro di Mario? Non lo so. Speriamo che rimanga in Italia, ma sono sue cose professionali di cui io non so nulla".

L'arringa di Raffaella Fico contro il razzismo

Non è la prima volta che la donna si espone a favore del calciatore del Brescia: ex fidanzato e padre di sua figlia. Dopo gli episodi del ‘Bentegodi', dove ci fu la violenta reazione di Balotelli, arrivò infatti la sua testimonianza sempre ai microfoni della stessa emittente radiofonica: "Ho incontrato Mario dopo la partita con il Verona. Era triste e nervoso, credo sia una reazione normale. A chiunque fa male esser insultato. Mario è italiano a tutti gli effetti – aggiunse Raffaella Fico – È un peccato che non si riesca ancora a isolare questi facinorosi. E credo sia anche normale che a furia di subire certe cose una persona possa anche reagire. Sono convinta che qualcosa stia cambiando però. Il mio rapporto con Mario? Siamo solo molto amici, come genitori".