Ricordate il caso Pogba, ceduto a zero dallo United alla Juve e tornato all'Old Trafford per più di 100 milioni? La Premier potrebbe presto essere il teatro di un nuovo clamoroso ritorno, su cifre inferiori a quelle del francese, ma comunque eclatante. Si tratta di quello dello spagnolo Suso che al Milan ha dimostrato di essere cresciuto e non poco al punto da conquistare nuovamente le attenzioni del Liverpool, che lo lasciò partire a parametro zero nel 2015.

La rivincita di Suso, il Liverpool di Klopp pensa al suo ritorno

Nel 2015 il giovane Suso, prodotto delle Giovanili dei Reds fu considerato troppo acerbo per un rinnovo contrattuale. Ecco allora che su di lui piombò l'ex "condor" rossonero Galliani che lo portò gratis al Milan. Con la maglia del "diavolo", l'esterno spagnolo si è reso protagonista di una crescita notevole, a suon di prestazioni che gli hanno permesso di incassare il rinnovo contrattuale fino al 2022 con aumento dell'ingaggio fino a circa 3 milioni. La sua crescita ha fatto rumore, anche oltremanica con il Liverpool che secondo i tabloid inglesi potrebbero presto piazzare una nuova offerta.

Perché il Liverpool vuole Suso

Non è un mistero il gradimento di mister Klopp per i calciatori duttili, capaci di ricoprire più di un ruolo garantendo anche imprevedibilità alla manovra. Ecco allora che un giocatore come Suso capace di giocare sull'esterno, ma anche a ridosso delle punte in posizione più centrale potrebbe fare comodo anche alla luce del suo piede "delicato". Secondo il Daily Express ecco allora che la dirigenza dei Reds sarebbe pronta a piazzare un'offerta di 40 milioni di euro, ovvero la cifra della clausola rescissoria di Suso.

Suso, oggetto dei desideri anche del Napoli. Il Milan pensa alle alternative

Il Liverpool però nel caso in cui confermasse la volontà di piazzare l'affondo per Suso dovrebbe vedersela anche con il Napoli. De Laurentiis stregato dallo spagnolo sarebbe pronto a fare un sacrificio economico per pagare la sua clausola rescissoria e garantire a Sarri un giocatore capace di alternarsi a Callejon. Il Milan aspetta e nel frattempo sonda il terreno per eventuali alternative per non correre il rischio di farsi trovare impreparato in caso di addio. Occhi puntati allora su Domenico Berardi, la cui valutazione di mercato è scesa dopo una stagione al di sotto delle aspettative.