Cosa succederà questa sera tra Massimiliano Allegri e Daniele Adani? Faranno la pace e metteranno sotto terra l'ascia di guerra oppure se le daranno di santa ragione (a parole) come accaduto la settimana scorsa? "Stai zitto, non capisci niente di calcio… lo leggi sui libri", l'affondo durissimo del tecnico bianconero rispetto alle critiche ricevute per il ‘non-gioco' della sua Juventus. "Dici cose senza senso… e stai zitto lo dici a tuo fratello", la replica dell'ex calciatore e opinionista tv a Sky rispetto all'atteggiamento dell'interlocutore. Infuriato, l'allenatore livornese sfilò l'auricolare e si rifiutò di proseguire intervista e collegamento con lo studio.

La lite a Sky e le punzecchiature a distanza

Quel botta e risposta dai toni accesi aggiunse un po' di pepe a una serata di campionato priva di mordente considerato il titolo conquistato dai bianconeri con l'argo anticipo. L'episodio ebbe uno strascico velenoso: il giorno dopo Allegri tornò sull'argomento intervenendo nella trasmissione ‘Che tempo che fa' parlando di "rispetto" e chiarendo che, al netto delle critiche opinabili o meno, non ne avrebbe accettate da parte di chi "non è ferrato sull'argomento". La risposta di Adani? Arrivò dai microfoni di Radio Dee Jay: "arrogante e maleducato", così definì il tecnico della Juventus. Ma non è finita… commentando la partita di Champions tra Barcellona e Liverpool è sembrato fare riferimento ancora una volta – ma in maniera ironica – all'interpretazione tattica motivo di scontro con Allegri: "Un terzino che crossa, difende e spinge, strano…".

Adani corregge il tiro ed ‘elogia' Allegri

Dopo le scintille di San Siro e le punzecchiature dei giorni successivi qualcosa sembra cambiato e lascia presagire che questa sera venga sancita la pace (o tregua armata). Cosa lo fa pensare? Le parole di Adani a corredo delle recenti voci di mercato sul futuro di Allegri. Resta oppure va via dalla Juventus? E chi può arrivare al suo posto? Il commento a Sky si profila come un assist, una mano tesa dopo la discussione furibonda della scorsa settimana. "Non è facile trovare qualcuno che faccia meglio di Allegri. – ha ammesso Adani, riconoscendo così implicitamente i grandi meriti dell'allenatore -. Se lo sostituisci lo puoi sostituire solo con il migliore al mondo che è Guardiola".