Un gol, ma tanti episodi ed emozioni. Verona -Milan posticipo domenicale della 3a giornata di Serie A è stato un match molto divertente. Purtroppo a rovinare lo spettacolo ci hanno pensato alcuni tifosi del Verona che hanno messo nel mirino Franck Kessie, riservando al centrocampista rossonero gli ormai tristemente noti "buu" razzisti. Cori discriminatori nei confronti di Gigio Donnarumma, portiere originario di Castellammare di Stabia.

Verona, buu razzisti contro Kessie

Ancora una volta i tifosi del Verona fanno discutere. Nel corso del primo tempo della sfida tra l'Hellas e il Milan dalla curva scaligera si sono alzati a più riprese i soliti "buu" razzisti. Nel mirino il giocatore di colore del Milan Franck Kessié. Il tutto accompagnato anche da cori che si sono sentiti distintamente nel primo tempo, e anche nel corso dell'intervallo. Una situazione che fa il paio purtroppo con quanto accaduto a Cagliari prima della sosta in occasione della sfida contro l'Inter, con Lukaku preso di mira da alcuni pseudosostenitori della formazione sarda. Il Milan si è lamentato nel corso della partita per quanto accaduto, con capitan Romagnoli che ha alzato la voce con l'arbitro nel momento del ritorno negli spogliatoi. Ecco allora che attraverso gli altoparlanti è stato diffuso nello stadio un messaggio in cui si promettevano provvedimenti in caso di nuovi cori beceri.

Cori di discriminazione territoriale contro Donnarumma in Verona-Milan

Oltre a Kessie nel mirino di una parte della curva del Verona è finito anche Gigio Donnarumma. Anche in questo caso cori di discriminazione territoriale nei confronti dell'estremo difensore alla luce delle sue origini (nato a Castellammare di Stabia). Anche in questo caso il tutto è durato un tempo, ovvero quando il giovane talento ha giocato sotto il settore occupato dai tifosi gialloblu.