La Var debutta in questa edizione di Champions League a partire dai prossimi ottavi di finale. La notizia che era filtrata qualche settimana fa adesso è divenuta ufficiale con il sì dell'Esecutivo Uefa nella riunione del Comitato avvenuta a Dublino. Al sorteggio della fase a gironi di Montecarlo il presidente, Aleksander Ceferin, aveva annunciato la moviola in campo a partire dalla stagione 2019/2020 durante una recente riunione dell'Eca. Lo scenario però è cambiato del tutto e si è deciso di accelerare i tempi dell'utilizzo del mezzo tecnologico (la Video Assistant Referee) che sarà adottato anche nella finale di Europa League, nella Final Four della Nations League, nell'Europeo Under 21 che si disputerà in Italia e a San Marino nel mese di giugno.

Siamo pronti ad utilizzare il Var prima di quanto avessimo previsto, e siamo convinti che sarà sicuramente un bene per le nostre competizioni – ha ammesso Ceferin -. Per gli arbitri sarà certamente un aiuto e ci permetterà di ridurre il numero delle decisioni sbagliate.

Perché la Uefa ha detto sì da subito alla Var?

A vincere la resistenza della Uefa sono stati, oltre alle proteste, anche alcuni episodi avvenuti di recente negli ultimi turni della Coppa. Uno in particolare davvero clamoroso che ha sollevato grandi polemiche e fa riferimento alla partita Manchester City-Shakhtar Donetsk del 7 novembre scorso. A commettere l'errore fu l'arbitro ungherese, Kassai, che assegnò un calcio di rigore agli inglesi lasciandosi ingannare dalla palese simulazione di Rahem Sterling. Un tuffo plateale che alimentò il dibattito dei media e spinse Pep Guardiola, manager dei Citizens, a chiedere pubblicamente scusa.

Gli arbitri sono preparati all'utilizzo della Video Assistant Referee?

La maggioranza dei fischietti impegnati nelle gare di Champions non dovrebbe avere problemi con l'adozione del mezzo tecnologico a bordo campo considerato che molti arbitri hanno già familiarizzato con lo strumento sia nei campionati nazionali sia nell'ultimo Mondiale di Russia 2018. La notizia dell'apertura della Uefa sulla Var arriva dopo un week-end particolarmente agitato – almeno in Italia – per quanto accaduto nella gara tra Roma e Inter, posticipo della 14sima giornata di campionato.