Spesso sottovalutati o messi in secondo piano, oggi i difensori rappresentano una rarità per i top club europei. Un bene prezioso da tutelare, coltivare e far crescere per renderlo indispensabile negli automatismi tattici della squadra. In Europa se ne stanno affermando tanti di giovani promesse che nel ruolo di difensori centrali giocano già come veterani, ma sono pochi coloro i quali riescono invece a tenere sempre alto il proprio tasso di qualità mantenendo sempre costanti le proprie prestazioni che spesso si sono rivelate fondamentali per i successi del proprio club.

In questa sorta di analisi approfondita, andiamo dunque a vedere quali sono, ad oggi, i difensori centrali europei che possono contare sul più alto valore di mercato. Al primo posto, una conoscenza del nostro campionato italiano, un leader che ha cambiato maglia per trovare nuovi stimoli e vincere ancora come nelle ultime sei stagioni mantenendo sempre inalterate le proprie performance in campo.

Bonucci stacca tutti! C’è lui al primo posto

Sei stagioni di scudetti e successi in Italia. Due finali di Champions League perse rispettivamente con Barcellona e Real Madrid, ma comunque raggiunte con grande merito. L’evoluzione di mercato di Leonardo Bonucci, 30 anni, è stata ovviamente frutto di una crescita mostruosa avuta dal calciatore da quando ha avuto inizio il nuovo ciclo Juve targato Conte. Una trasformazione totale che ha fatto cambiare subito l’idea iniziale che aveva il pubblico italiano di Bonucci, ovvero classico difensore grezzo, in ritardo dal punto di vista della crescita tattica e poco affidabile.

Leo si è preso in mano la Juventus e da leader l’ha trascinata con grinta e determinazione ai successi raggiunti che noi tutti conosciamo. Acquistato oggi dal Milan per 42 milioni di euro, ha raggiunto un valore di mercato totale di 45 milioni il più alto per un difensore in Europa. E pensare che solo nell’agosto 2010, quando ha avuto poi inizio il ciclo Juve, Bonucci era fermo a 13 milioni di euro. Una crescita rimasta sempre costante che non ha mai avuto ribassi. Il picco più alto nel 2015, quando a gennaio era fermo a 20 milioni e a luglio è arrivato fino a 26 prima di toccare quota 30 dopo soli pochi mesi.

in foto: Evoluzione valore di mercato Bonucci da Transfermarkt
in foto: in foto: Evoluzione valore di mercato Bonucci da Transfermarkt

Il tedesco subito alle spalle di Leo

Un anno in meno del capitano del Milan ma con ampi margini di poter raggiungere l’ex Juventus quanto prima. Mats Hummels, 29 anni, centrale del Bayern Monaco e della Nazionale tedesca, è entrato, con calma, nell’Olimpo dei difensori più forti in Germania, grazie alla sua grinta e alla sua grande capacità di mantenere la posizione in campo e alle enormi doti in marcatura. 40 milioni il valore di mercato attuale. Breve ribasso nel febbraio 2016 quando vestiva ancora la maglia del Borussia Dortmund che l’aveva portato a 32 milioni di euro interrompendo la sua scalata ferma, allora, a 35 milioni.

Nel Bayern Monaco nel 2006 e nel 2007, passò proprio al Borussia nel 2008, prima di approdare poi con i bavaresi con cui ha vinto il campionato scorso e due Supercoppe di Germania nelle stagioni 2016/2017 e 2017/2018. Leader della Nazionale tedesca è stato anche protagonista della vittoria del mondiale nel 2014, il che fece accrescere ulteriormente il suo valore di mercato che ad oggi è pronto ad insidiare la prima posizione occupata da Bonucci.

in foto: Evoluzione valore di mercato Hummels da Transfermarkt
in foto: in foto: Evoluzione valore di mercato Hummels da Transfermarkt

Sergio Ramos: il campionissimo del Real Madrid

E’ l’incubo delle difese avversarie quando c’è un calcio piazzato contro in favore degli avversari. Ma l’insidia maggiore è soprattutto nella fase dei minuti di recupero. Sì, perchè Sergio Ramos, 31enne difensore spagnolo del Real Madrid, è sempre l’ultimo ad arrendersi. La sua caparbietà, il suo modo unico di mantenere sempre alta l’attenzione anche quando tutto sembra scontato, è a dir poco stupefacente. Difensore centrale dalle innate qualità tecniche, l’ex Siviglia, ad oggi, è fermo a 40 milioni di euro. Le sue prestazioni, i successi e i trofei vinti in queste ultime due stagioni dal Real Madrid, hanno fatto crescere ulteriormente la sua valutazione totale. Quando fu prelevato dal Siviglia, nel 2005 il suo valore di mercato era di soli 7 milioni di euro.

A 19 anni, nell’agosto dello stesso anno, ormai passato al Real Madrid, ebbe subito la sua prima impennata fino a toccare quota 27. Un’evoluzione che è andata poi avanti in modo pazzesco con picchi incredibili nonostante un forte ribasso nel 2006 in cui arrivò a raggiungere 17,5 milioni. Ma poi fu tutto un crescendo per il difensore goleador che dai 34 milioni di euro di valore di mercato stabiliti nel mese di luglio 2011, non ha più sentito parlare di ribassi. Una corsa verso la vetta continua che ha toccato il suo punto più alto da luglio 2014 a gennaio 2015 quando arrivò a quota 45 prima di stabilizzarsi oggi agli attuali 40 (valore in ribasso solo per un fattore anagrafico).

in foto: Evoluzione valore di mercato Sergio Ramos da Transfermarkt
in foto: in foto: Evoluzione valore di mercato Sergio Ramos da Transfermarkt

Piquè si piazza fuori dal podio

Praticamente come i suoi colleghi, Hummels e Sergio Ramos, anche per Gerard Piquè ad oggi, la valutazione di mercato, è ferma a quota 40. Preoccupa in questo momento il difficile periodo del suo Barcellona che con Valverde al timone ha visto perdere diverse certezze. Dai primi scricchiolii avvertiti nella scorsa edizione della Champions League, quando i blaugrana furono eliminati dalla Juventus nel doppio confronto ai quarti di finale, fino alla Supercoppa di Spagna persa contro il Real Madrid, passando per la cessione di Neymar e ai rumors che vedono Messi lontano dalla firma sul rinnovo.

Tanti segnali che potrebbero anche caratterizzare e portare al ribasso la sua somma complessiva di valore di mercato. In effetti è stato proprio lo stesso difensore catalano ad affermare di sentirsi per la prima volta inferiore ai rivali del Real Madrid. Valutazioni e  proiezioni future che però non nascondo l’incredibile scalata al vertice di uno dei migliori difensori al mondo fatta in questi anni. Dal 2004 al 2008 al Manchester United, prima di una breve parentesi al Saragozza, il valore di mercato del centrale del Barca ha avuto solo picchi altissimi. Dai 5 milioni del 2008 infatti, è arrivato fino ai 40 del 2013 prima di subire un piccolo ribasso nel gennaio 2015, quando toccò quota 30, prima di arrivare ad oggi, fermo a 40. Anche lui classe 1987 proprio come Bonucci.

in foto: Evoluzione valore di mercato Piquè da Transfermarkt
in foto: in foto: Evoluzione valore di mercato Piquè da Transfermarkt

E’ Godin a chiudere la top 5

Non sarà di certo ricordato a lungo come uno dei difensori tecnicamente più forti e determinanti in Europa. Ma di certo la cattiveria agonistica di Diego Godin, valore di mercato pari a 38 milioni di euro, ha contribuito in maniera netta all’incredibile scalata al successo dell’Atletico Madrid di Simeone in questi anni. Pesantemente criticato dal Napoli e dai propri sostenitori in occasione dell’ultima “Audi Cup” in Germania, quando falciò senza pensarci su due volte Mertens, ma soprattutto Ounas, Godin gode però della stima della piazza e il pubblico dei “Colchoneros” è letteralmente pazzo di lui. Calciatore che ha vinto quasi tutto con l’Atletico: Liga, Coppa di Spagna, Supercoppa spagnola, Europa League e Supercoppa Europea.

Nato a Rosario in Uruguay, Godin è un classe 1986, 31 anni, consacratosi in Spagna quando giocava, dal 2007 al 2010, con la maglia del Villarreal. In quegli anni, il suo valore di mercato, è passato, dal 2010 al 2013, ad oscillare fra i 12 e i 18 milioni, prima di raggiungere quota 20 nel gennaio 2014, aumentando poi fino ad oggi grazie ai successi e alle prestazioni in campo di Godin con il suo Atletico Madrid tutto muscoli e contropiede.

in foto: Evoluzione valore di mercato Godin da Transfermarkt
in foto: in foto: Evoluzione valore di mercato Godin da Transfermarkt