Non è stata una buona Under 21 quella vista in campo alla Mol Arena di Dunajska Streda, anzi: l'Italia ha perso in casa della Slovacchia per 3 a 0 in virtù delle delle reti segnate da Lukas Haraslin e Samuel Mraz. Bruttissima prestazione da parte degli Azzurrini che consono mai riusciti a prendere in mano il gioco e hanno faticato a costruire azioni da rete. Potremmo dire che la squadra di Gigi Di Biagio non è pervenuta in campo e ci aspettiamo una risposta importante nella gara di martedì a Cagliari contro l'Albania per riscattare questa brutta serata.

Al 9′ la Slovacchia è passata in vantaggio con una rete dell'ex Parma Lukas Haraslin dopo una serie di errori da parte degli Azzurrini nella fase difensiva: poca pressione su Herc, errore in scalata e palla sotto le gambe di Audero. Non proprio un inizio confortante per i ragazzi di Gigi Di Biagio che, però, hanno provato a reagire subito e con Bonazzoli e Cutrone avrebbe potuto trovare il pareggio dopo pochissimi minuti. L'Italia è parsa parecchio in difficoltà a centrocampo e, per questo motivo, i ragazzi hanno cercato spesso soluzione offensive attraverso lanci lunghi ma le cose non sono andate bene.

La ripresa non è iniziata con particolari sussulti e al minuto 50 è arrivato il raddoppio slovacco, ancora una volta con Haraslin, che ha infilato la palla alle spalle di Audero con un potente destro scoccato dall'interno dell'area di rigore. Al 56′ ecco la terza rete slovacca con Samuel Mraz, attaccante classe 1997 dell'Empoli. Nel finale palo Orsolini su assist di Vido ma è un "fuoco" sporadico.

Comincia bene l'avventura di Gula sulla panchina della Slovacchia mentre preoccupa, e non poco, la prestazione degli Azzurrini che non giocheranno le qualificazioni per gli Europei visto che la manifestazione si svolgerà tra Italia e San Marino dal 16 al 30 giugno 2019.

Tabellino

RETI: 9′ e 50′ Haraslín, 56′ Mráz.

SLOVACCHIA (4-3-3): Grief (46′ Jakubech); Kadlec (46′ Šulek), Vavro, Hancko, Sipľak; Herc, Dimun (46′ Káčer), Fábry (62′ Bénes); Jirka, Mráz (62′ Vestenickýì), Haraslín (62′ Košťál). Allenatore: Gula
A disposizione: Rodák, Laczkó, Križan, Lesniak, Urblík, Boženík, Špalek.

ITALIA (4-4-2): Audero; Calabria, Mancini, Romagna, Pezzella; Valzania (46′ Cassata), Mandragora, Locatelli; Parigini (58′ Orsolini), Cutrone, Bonazzoli (58′ Vido). Allenatore: Di Biagio
A disposizione: Montipò, Scuffet, Luperto, Dimarco, Cerri, Depaoli, Adjapong, Favilli, Murgia, Marchizza, Pessina.

Arbitro: Ferenc Karakó (Ungheria)
Assistenti: Dušan Hrčka – Mário Rozbeck
Quarto ufficiale: Gabriel Michlian