Il Torino aggancia l'Atalanta a quota 38 e si presenta puntuale alla corsa finale per un posto in Europa dove c'è oramai un affollamento sempre più intenso. Una gara giocata alla perfezione dagli uomini di Mazzarri che approfittano di 5 minuti di sbandamento di una distratta Atalanta per infilare due volte Berisha. Al 42′ ci pensa Izzo, al 46′ ecco il solito Iago Falque. Nerazzurri sempre in difficoltà e granata che nel finale potrebbero anche arrotondare il risultato.

Match che vale l'Europa

La Dea per la Champions il Toro per l'Europa: la sfida al Grande Torino nel pomeriggio di sabato vede due squadre fronteggiarsi a viso aperto senza accontentarsi nel dividersi la posta in palio. Un equilibrio che si respira anche nella prima del match con pochissime emozioni (tranne un'uscita al cardiopalma di Sirigu su pressione orobica) e qualche tiro velleitario dalla distanza.

Fatica Toro

Mente però Belotti e compagni faticano a entrare in area nerazzurra sono gli uomini di Gasperini ad apparire più convinti dei propri mezzi e determinati in avanti. Il Toro si rifugia in calcio d'angolo, Sirigu ci mette i guantoni e un pizzico di imprecisione da parte dei nerazzurri permette ai granata di restare con la porta immacolata.

Izzo apre le marcature

L'Atalanta produce di più ai punti meriterebbe anche un gol ma poco prima della fine del primo tempo a passare in vantaggio è il Torino: azione rocambolesca in area nerazzurra con palla impazzita in un batti e ribatti che trova Izzo pronto alla deviazione finale che beffa Berisha per l'1-0 dei granata.

Ancora Toro: Iago Falqe a segno

Pronti via nella ripresa e il Toro mette in ghiaccio il match: i granata sfondano dalla sinistra, Iago Falque si fa trovare pronto, controllo e tiro rasoterra che supera ancora Berisha dopo nemmeno 1 minuti di gioco. Partita sui binari granata e doccia gelata per i nerazzurri di Gasperini che stentano a rientrare in gara.

L'Atalanta non sfonda

Il Torino tiene in mano il gioco complice una Atalanta non in giornata e a metà secondo tempo è Berisha a doversi esaltare su una giocata di Iago Falque che prova la conclusione sul primo palo. Gasperini prova a mettere mano alla formazione inserendo anche il giovane Barrow e poi Reca ma la sostanza non cambia: a restare più pericoloso è il Toro.