Uno scandalo ha travolto il Paraguay del calcio. Colpa di un selfie galeotto che ha sollevato un vero e proprio polverone nel panorama calcistico sudamericano. Una foto che ritrae il presidente del  Club Rubio Ñu a letto con uno dei suoi calciatori. Le voci su una possibile relazione tra i due ha scatenato una reazione a catena che ha portato alla rottura tra i due, con tanto di licenziamento del giocatore al centro di un vero e proprio triangolo con tanto di altra relazione con il suo agente.

Paraguay, il selfie del presidente del Club Rubio Ñu a letto con un suo calciatore

Il Club Rubio Ñu è una società calcistica con sede nel barrio Santísima Trinidad della città di Asunción. Una squadra che milita nella quarta serie del campionato del Paraguay, il cui presidente è Antonio Gonzalez. Ha suscitato molto scalpore l'immagine di un selfie del patron a letto in atteggiamenti intimi con il calciatore biancoverde Bernardo Gabriel Caballero che ha fatto il giro della rete.

Foto Twitter (@GrilloPorteno)
in foto: Foto Twitter (@GrilloPorteno)

La rabbia del presidente, contratto del calciatore strappato su Twitter

Una situazione che ha dato il via ad una reazione a catena iniziata con il gesto plateale del presidente Gonzalez. Quest'ultimo sul suo profilo Twitter ha postato un video in cui infuriato strappa il contratto del calciatore, con la speranza di non vederlo più nel mondo del calcio. Gonzalez non ha digerito la divulgazione in pubblico della sua relazione con il suo ormai ex tesserato.

Le rivelazioni dell'agente del calciatore

Come se non bastasse a gettare ulteriore benzina sul fuoco, sono arrivate anche le dichiarazioni dell'agente del calciatore. Quest'ultimo ai microfoni del tabloid "Hoy Paraguayan" svelato di avere avuto una relazione con il suo assistito: "Sarò sincero, Bernardo era molto importante per me, avevamo una relazione. Aveva diritto a privilegi incredibili, poteva guidare macchine di lusso che mai si sarebbe immaginato di condurre"