Il mercato della Juventus è ancora in stand-by, nonostante l'arrivo già certo di Ramsey e Romero, a causa del tormentone legato alla panchina bianconera che ancora non ha un padrone. Se le voci di mercato indicano Maurizio Sarri come il favorito, visto che il tecnico napoletano è in uscita dal Chelsea e per il quale è pronto un contratto triennale dopo l’intesa col club inglese. La squadra campione d'Italia in carica dopo aver messo a posto la "questione allenatore" potrà guardare avanti e, per usare le parole del suo capo dell’area sport Fabio Paratici, sviluppare le sue idee sul mercato: nella sessione di trasferimenti che sta per iniziare ufficialmente l’investimento principale della Vecchia Signora verrà effettuato in mezzo al campo e sono diversi i nomi importanti che vengono accostati al club bianconero.

I candidati per la mediana: Pogba, Milinkovic e Rabiot

Il sogno della Juventus è quello di riportare Paul Pogba a Torino e il centrocampista francese tornerebbe molto volentieri in Italia, sia per ridare slancio alla sua carriera in una squadra competitiva ai massimi livelli che per questioni ambientali (a Old Trafford non gli hanno mai voluto troppo bene), ma la trattativa con il Manchester United è tutta da costruire visto che i Red Devils non intendono scendere sotto i 100 milioni di euro. Eventuali contropartite tecniche (Dybala, Douglas, Alex Sandro) aiuterebbero ad alleggerire la parte cash che gli inglesi non vorrebbero molto bassa.

Da non sottovalutare la pista che porta a Sergej Milinkovic Savic, obiettivo della Juve già nella scorsa sessione estiva e che quest’anno Lotito potrebbe liberare sempre di fronte ad un’offerta parecchio consistente. Con il presidente della Lazio, a differenza dello United, è più difficile mettere sul tavolo una trattativa basata sull’inserimento di giocatori e ci sarà da lavorare parecchio. Sullo sfondo resta l'idea Adrien Rabiot, che si sta per svincolare dal Paris Saint-Germain ma chiede 10 milioni di euro di stipendio a stagione.