Il Brasile chiama, l'Uruguay risponde. Eccome se risponde. Con un netto 4-0 gli uomini di Tabarez annichiliscono l'Ecuador nella prima gara del girone C e mandano un segnale ai verdeoro nella corsa alla Copa America. Partita mai in discussione e indirizzata dall'espulsione di Quintero dopo appena 20 minuti: Cavani e compagni possono esultare per i primi 3 punti nel girone, ora testa alla gara col Giappone di venerdì.

Brivido Godin, ma l'Uruguay passa in vantaggio (nel punteggio e negli uomini)

Avvio confuso di gara, con i primi 5 minuti caratterizzati da palloni alti e nessun tentativo di impostare l'azione dal basso. Dopo il brivido corso dagli uruguaiani per un retropassaggio un po' troppo corto di Godin che per poco non innesca Valencia da solo davanti a Muslera, gli azzurri trovano la rete con Lodeiro. Il centrocampista (con spiccate doti offensive) del Seattle Sounders ha il tempo di stoppare in area un cross dalla destra, saltare con un sombrero l'ecuadoriano Quintero e infilare il portiere con un rasoterra al volo. Si tratta di un gol storico: è il 400° nella storia dell'Uruguay in Copa America.

La serata dell'esterno dell'Ecuador si complica quando al 20′ colpisce con una gomitata proprio Lodeiro in un contrasto aereo: l'arbitro in un primo momento lo ammonisce, ma dopo 3 minti di on field review decide di espellerlo.

Cavani-Suarez, l'Ecuador sbanda sulle palle alte

La disperazione negli occhi di Cavani è durata un minuto: tanto è passato tra il miracolo del portiere dell'Ecuador Dominguez – che gli aveva strozzato in gola l'urlo di gioia l'urlo del gol mandando il pallone in corner – e la rete del Matador, che al 33esimo è stato bravo a sfruttare un'indecisione degli avversari sugli sviluppi dello stesso calcio d'angolo e depositare in rete il pallone dopo una sponda di Godin.

Il primo gol in carriera in Copa America dell'ex Napoli è seguito dieci minuti dopo dalla zampata di Suarez, che sempre su tiro dalla bandierina sfrutta la spizzata di un compagno e – lasciato colpevolmente solo dalla difesa avversaria – infila con facilità per la terza volta la porta ecuadoriana.

La gara sembra ormai indirizzata, con l'Uruguay in pieno controllo del gioco e l'Ecuador che non vede l'ora di andare negli spogliatoi: il primo tempo si chiude con tutti i dati statistici in favore degli uomini di Tabarez ad eccezione di uno, quello relativo alle espulsioni, che è invece (infelicemente) a favore dell'Ecuador.

Le statistiche del primo tempo di Uruguay–Ecuador (fonte: sofascore)
in foto: Le statistiche del primo tempo di Uruguay–Ecuador (fonte: sofascore)

Il ritmo si abbassa e Mina sbaglia porta

Secondo tempo di pura gestione per l'Uruguay, che decide di amministrare il possesso e non infierire contro la difesa dell'Ecuador, facendo scivolare il match in un leggero tepore riscaldato sporadicamente da qualche fiammata offensiva di Cavani. La gara non presenta altri acuti fino al 78′, quando il centrale ecuadoriano Mina devia sfortunatamente (e goffamente) nella propria porta una sponda di Suarez destinata a Cavani. Il risultato di 4-0 è la risposta degli uomini di Tabarez al Brasile, che nella gara d'esordio del torneo aveva battuto per 3-0 la Bolivia.

Finalmente Cavani: primo gol in Copa America e la voglia di segnarne ancora

Il suo primo gol in Copa America è arrivato dopo 11 presenze nel torneo con la maglia del suo Uruguay, e dopo 7 tiri complessivi nello specchio della porta. Cavani si è acceso a tratti nella notte di Belo Horizonte, come d'altronde il resto della squadra, che ha sostanzialmente rinunciato ad attaccare dopo aver messo in ghiaccio il risultato già nel primo tempo. Il Matador è stato tra i pochi a provarci anche nella seconda ripresa con alcune incursioni sporadiche. Il suo antagonista della serata è Alexander Dominguez, estremo difensore dell'Ecuador, che gli ha negato più volte la via del gol.

Girone C, risultati e classifica

1a giornata Uruguay – Ecuador 4-0; Giappone – Cile 18/06, San Paolo (ore 1.00)
2a giornata Uruguay – Giappone 21/06, Porto Alegre (ore 1.00); Ecuador – Cile 22/06, Salvador (ore 1.00)
3a giornata Cile – Uruguay 25/06, Rio de Janeiro (ore 1.00); Ecuador – Giappone 25/06, Belo Horizonte (ore 1.00)
Classifica: Uruguay 3 punti; Ecuador, Giappone, Cile 0.