La S.S. Lazio comunica di aver rinnovato e prolungato il contratto di lavoro del Sig. Simone Inzaghi fino al 30/06/2021. La scelta di proseguire questo percorso insieme, frutto di condivisa programmazione, rafforza il legame tra le parti e certifica l'unità di intenti necessaria per raggiungere gli obiettivi sportivi prefissati.

Il comunicato della Lazio rende ufficiale la notizia emersa nei giorni scorsi e annunciata dal presidente, Claudio Lotito: Simone Inzaghi ha rinnovato il contratto con il club bianco-celeste fino a giugno 2021, prolungando di una stagione l'accordo in scadenza nel 2020. Reduce dalla vittoria in finale di Coppa Italia, che ha garantito al club capitolino anche la partecipazione alla prossima Europa League, il tecnico beneficerà di un aumento di stipendio: passerà dall'attuale ingaggio di 1.3 milioni più bonus a circa 2 milioni, sempre più bonus.

Juventus e Milan avevano messo gli occhi su Simone Inzaghi

Nelle scorse settimane il nome di Simone Inzaghi era stato accostato alla panchine della Juventus (era nel novero degli allenatori studiati per il dopo Allegri) e del Milan (con Gattuso dimissionario) ma la determinazione del massimo dirigente e le scelte diverse effettuate dai bianconeri (Maurizio Sarri più di Pep Guardiola) e rossoneri (Giampaolo è il candidato scelto da Paolo Maldini) hanno indirizzato la decisione del tecnico. Si riparte con ulteriori stimoli e nuovi obiettivi, come chiarito dal numero uno del club nei giorni scorsi.

Vogliamo migliorare il piazzamento ottenuto nel campionato concluso da poco – ha ammesso Lotito -. Il rinnovamento della Lazio partirà con lui. Nonostante le tante indiscrezioni di stampa, sapevamo che l’epilogo sarebbe stato questo. Ripartiamo con la volontà di raggiungere gli obiettivi che nelle ultime stagioni erano alla portata e che purtroppo non sono stati raggiunti.