Alla fine è dovuta intervenire l'Uefa per sanare la frattura tra due giocatori che mai si sono sopportati e che hanno dato vita ad uno sgradevole battibecco via social: Lovren e Sergio Ramos. Il massimo organismo calcistico continentale ha deciso di punire il giocatore croato con una partita di sospensione per le osservazioni offensive fatte online verso il team spagnolo dopo la vittoria per 3-2 nell'ultima sfida tra Croazia e Spagna.

Le offese di Lovren a Ramos e alla Spagna

Gli ho dato una buona spinta ", aveva detto, ridendo, il centrale difensivo il 15 novembre in modo diretto nel suo account Instagram pubblicato nel post partita dopo la vittoria allo stadio Maksimir di Zagabria. Ovviamente facendo riferimento a Sergio Ramos, con cui aveva polemizzato anche in precedenza: " 3-2! Uscire e parlare solo in una conferenza stampa, amico. Amico! Sono un gruppo di codardi". Frasi che erano seguite ad altre scintille, sempre via internet, in una ‘sfida' a distanza che non è piaciuta di certo ai vertici dell'UEFA.

Un turno di squalifica in Nazionale

Per questo motivo, il massimo organismo calcistico europeo ha sospeso il difensore croato con una partita, ma Jurgen Klopp può comunque sorrider. Lovren dovrà scontare la squalifica UEFA con la sua selezione nazionale croata e non con il suo club, il Liverpool, che negli ottavi di Champions League sfiderà Bayern Monaco.

Le altre sanzioni UEFA

In aggiunta, l'UEFA ha comunicato la possibile chiusura di una parte dello stadio Georgios Karaiskakis dell' Olympiakos , per il comportamento del suo pubblico nell'ultima partita della fase a gironi di Europa League contro l'AC Milan. Ha multato anche il PSG con 35.000 euro per gli incidenti nella gara in trasferta a Belgrado contro la Stella Rossa. Il Villarreal dovrà invece pagare 12.000 per aver causato problemi di sicurezza durante la trasferta a Mosca contro lo Spartak.