Per Valon Behrami la stagione si è conclusa martedì sera, durante la partita a San Siro contro il Milan. In uno scontro fortuito di gioco, probabilmente cadendo malamente sull'articolazione, il centrocampista albanese dei bianconeri si è infortunato seriamente alla caviglia. Un trauma subito giudicato serio, per il quale il giocatore è stato immediatamente soccorso e portato fuori dal campo in barella per finire in stampelle.

Probabilmente si tratta di un infortunio che non permetterà al giocatore dell'Udinse di rientrare in campo prima della fine di stagione, lasciando i friulani da soli a combattere per la permanenza in Serie A. Dopo 20 presenze complessive in stagione in campionato, Behrami adesso dovrà rimanere a riposo in attesa di capire cosa dicano gli esami strumentali delle prossime ore. Il rischio è serio perché dalle prime indiscrezioni si parla di rottura dell'articolazione.

Rischio rottura, stagione finita

A conferma della gravità dell'infortunio al proprio giocatore è arrivata anche la dichiarazione post partita di Daniele Pradè, direttore sportivo dell'Udinese: "Il primo pensiero mio e di tutta la squadra va a Behrami, che ha fatto una grandissima gara. Ha tenuto in piedi la partita da solo, merita il nostro più grande in bocca al lupo per un infortunio alla caviglia che sembra essere serio "

L'Udinese e la corsa salvezza

Per Tudor un colpo basso per una squadra che stava ritrovando la convinzione di potersi salvare senza dover lottare fino all'ultima giornata. Dopo la vittoria scaccia crisi di sabato scorso contro il Genoa, il pareggio in rimonta al Milan ha avuto il sapore di un risultato fondamentale per la strada verso la salvezza. L'Udinese, con una gara da recuperare, si trova a 29 punti, a pari merito con la Spal, a +2 dal Bologna e a +4 dall'Empoli terzultimo.