Dopo 600 partite in Serie A e vent'anni da calciatore professionista domenica 26 maggio 2019 sarà l'ultima gara ufficiale per Emiliano Moretti. Il difensore nato a Roma, classe 1981, ha dato l'annuncio in una conferenza stampa col presidente Urbano Cairo e Walter Mazzarri e affermando, non senza commozione, che questo " è il momento giusto". Questo ragazzo che l'11 giugno compirà 38 anni veste la maglia del Torino da sei stagioni dopo aver indossato le maglie di Fiorentina, Juve, Modena, Bologna, Valencia e Genoa: Moretti non lascerà  il Toro perché diventerà un dirigente del club granata. Queste le sue parole durante l'evento ufficiale di pochi minuti fa:

Domenica sarà l'ultima volta in cui mi vestirò da calciatore. Sono felice perchè chiudo una parentesi importante e bellissima della mia vita. La chiudo cosciente di essere ancora in forma, di stare bene, ma questo è il momento giusto. Ringrazio il presidente Cairo e mister Mazzarri che hanno provato a convincermi a restare, ma è giusto così.

Cairo: È una persona di grandissime qualità

Durante la conferenza stampa ha preso la parola anche Urbano Cairo, il presidente del Torino, che dopo l'annuncio dell'addio al calcio giocato del difensore si è espresso così:

Ci teniamo moltissimo che Emiliano rimanga in società: resta al Torino e studierà da dirigente. È una persona di grandissime qualità umane e professionali. Ha quello che serve per far crescere il Torino, me lo terrò vicino, lo coinvolgerò, ha la testa sulle spalle. Inoltre conosce il mondo del Calcio e i calciatori.

Anche Walter Mazzarri ha voluto dire la sua in merito alla decisione di smettere di Moretti: "Ho tentato insieme al Presidente di fargli cambiare idea. Anche quest’anno Emiliano è stato un punto di riferimento per la crescita di tutti i suoi compagni".

Belotti: Un professionista esemplare

Infine ha preso la parola Andrea Belotti, attuale capitano del Toro, che ha voluto ringraziare personalmente Emiliano Moretti per ciò che ha fatto per lui e per la squadra: "Ringrazio infinitamente Moretti per tutto quello che ha fatto per noi. Un professionista esemplare, è sempre stato un punto di riferimento per tutti all’interno dello spogliatoio".