Dopo quella dell'edizione del 2016, che il Milan di Vincenzo Montella vinse ai calci di rigore a Doha (in quel caso Donnarumma fu decisivo), anche la prossima finale di Supercoppa italiana verrà giocata dalla squadra bianconera e da quella di Rino Gattuso. Ad un passo dal suo settimo titolo consecutivo in campionato, la Juventus scenderà infatti in campo il prossimo 12 agosto ancora contro Bonucci e compagni come prevede il regolamento che abbina la vincitrice dello scudetto e quella della Coppa Italia.

In questo caso, avendo praticamente vinto entrambe le competizioni, la vecchia signora darà la possibilità alla perdente della finale di Tim Cup di giocare anche quella della Supercoppa. Una partita che si dovrebbe giocare ancora allo Stadio Olimpico di Roma, anche se la conferma della sede della gara deve essere ancora ufficializzata.

La tentazione Doha

Rispetto alla partita giocata e vinta dal Milan allo "Jassim Bin Hamad Stadium", la finale di quest'anno verrà svolta ancora in piena estate: proprio come quella della scorsa edizione vinta dalla Lazio di Simone Inzaghi. Il condizionale è però d'obbligo, perché la tentazione di riportare il nostro calcio al di fuori dei confini nazionali è davvero alto. Oltre ad un ritorno promozionale giocare all'estero la Supercoppa italiana vorrebbe dire garantire alle due squadre partecipanti maggiori introiti economici.

In attesa di novità dalla Lega di Serie A, una fetta dei ricavi per Juventus e Milan arriverà dai diritti televisivi dell'evento. Il prossimo 12 agosto, sarà infatti la Rai a trasmettere il match (anche in streaming) che inizierà alle ore 20.45 o alle ore 21.00. Per la Juventus ci sarà dunque la grande occasione di rifarsi della sconfitta con la Lazio e di vincere un altro trofeo. Il Milan di Gattuso, giocherà invece per il suo primo titolo della sua nuova proprietà "cinese".