Il gruppo proprietario dell’Inter sta investendo in modo massiccio nel mondo del calcio. Il gruppo Suning ha acquistato i diritti televisivi della Serie A per la stagione 2017-2018, che dunque sarà visibile pure sulla piattaforma online PPTV, controllata da Suning, grazie a un accordo con MP&Silva. Il pacchetto, lo stesso acquistato dalla rivale Tencent, comprende anche la Ligue 1, la FA Cup e il campionato scozzese. Questa acquisizione del gruppo cinese potrebbe far preludere anche all’acquisto per i diritti esteri della Serie A del prossimo triennio 2018-2021, che verranno messi all’asta nelle prossime settimane.

Suning ha acquistato i diritti del calcio di mezza Europa

Il gruppo asiatico recentemente si è aggiudicata per la Cina i diritti della Liga (accordo di 5 anni da 291,4 milioni di dollari), della Premier League (700 milioni di dollari per tre anni) e della Bundesliga (250 milioni di euro per cinque anni). Il gruppo Suning inoltre sarebbe pronto ad acquisire anche il 56% della China Sports Media, società che deteneva i diritti del calcio cinese e di tutto il calcio asiatico. Il gruppo Suning sta andando forte in questo 2017, in cui ha avuto ricavi per 83,588 miliardi di yuan, pari a circa 10,6 miliardi di euro, con un incremento del 21,64%.

Il mercato dell’Inter

Suning, oltre al calcio in tv, pensa pure a quello giocato e con l’Inter proverà a vincere il suo primo trofeo da proprietario. Il mercato estivo è stato ricco per i nerazzurri che, dopo aver ingaggiato Spalletti, hanno rinforzato la squadra nei reparti chiave. In difesa sono arrivati Dalbert e Skriniar, mentre a centrocampo sono stati acquistati Borja Valero e Vecino. Presto anche l’attacco potrebbe essere rinforzato con il giovane turco del Borussia Dortmund Emre Mor. Mentre non lasceranno la squadra né Perisic né Candreva.