Spettacolo e polemiche al Franchi. Il Napoli ha battuto a domicilio la Fiorentina per 4-3 ma c'è già un grande dibattito intorno alle scelte dell'arbitro Davide Massa in merito ai due calci di rigore concessi nella prima frazione (uno per parte). Una doppietta di Lorenzo Insigne e le reti di Dries Mertens e José Callejon hanno permesso agli azzurri avere la meglio della Viola di Vincenzo Montella, alla quale non sono bastati i goal di Pulgar, Milenkovic e Boateng. Episodi a parte, è stata una gara senza un attimo di respiro, con tante emozioni da una parte e dell'altra e con due squadre che si sono affrontate a viso aperto. Un dinamicità e un modo di approcciarsi all'avversario che difficilmente abbiamo visto negli ultimi tempi dalle nostre parti. La squadra di Carlo Ancelotti è partita molto contratta e grazie ai colpi dei suoi moschettieri è riuscita a portare a casa 3 punti da un campo molto difficile e contro una squadra che ha ampi margini di miglioramento ma c'è da rivedere l'equilibrio tra i vari reparti, apparsi troppo scollati in alcuni momenti della sfida. La Fiorentina non perdeva un match d’esordio in casa in Serie A dal settembre 2006 contro l’Inter: in quel caso finì 3-2 per i nerazzurri.

Mertens e Insigne rispondono a Pulgar: polemiche sui rigori

La Viola ha imposto subito il ritmo al match, anche grazie alla grande atmosfera che si respirava nell'impianto fiorentino questa sera, e dopo 9′ è arrivata subito la prima svolta del match: Massa ha valutato al VAR un fallo di mano in area di Zielinski e dopo aver rivisto l'episodio ha concesso il calcio di rigore. Giusto secondo le nuove regole: Erick Pulgar ha spiazzato Meret e ha fatto esplodere il Franchi.

La squadra di Montella sembra essere davvero in palla e più volte ha messo paura alla difesa azzurra ma i ragazzi di Ancelotti tra il 38′ e il 43′ hanno ribaltato totalmente la situazione: prima è stato Dries Mertens a trovare il pareggio con un tiro dal limite, che ha visto Dragowski intervenire in maniera non proprio irresistibile, e subito dopo è stato Lorenzo Insigne a realizzare un calcio di rigore, piuttosto discutibile concesso agli azzurri per fallo sull'attaccante belga di Badelj, portando in vantaggio il Napoli. In merito a questo episodio ci sarebbe molto da dire visto che sembra essere il numero 14 ad andare sull'avversario e non viceversa: molto strano che il VAR, Valeri, e l'aVAR, Mondin, non siano stati in grado di tenere il punto della situazione.

Callejon risponde a Milenkovic: Boateng subito incisivo

La ripresa non ha visto un avvio così dinamico come la prima parte ma la Fiorentina è riuscita a trovare il pareggio con Nikola Milenkovic, che ha insaccato un cross di Pulgar. È una gara dall'andamento talmente poco decifrabile che dopo pochi secondi c'è un altro colpo di scena: stavolta è il Napoli a trovare il gol con José Maria Callejon, che ha calciato di prima su un bel passaggio in orizzontale di Insigne, e ha modificato nuovamente il tabellone. Il 3-2 dura fino al 65′ : Kevin Prince Boateng, appena entrato al posto di Vlahovic, ha infilato la palla alle spalle di Meret con una grandissima conclusione dal limite dell'area e le sue capriole sono quelle che vorrebbero fare tutti i tifosi viola. Il tiro del numero 10 si è stampato sul palo e poi è finito in rete, con il portiere azzurro fuori dai giochi.

Ancora Insigne: poker azzurro e primi 3 punti per Carletto

Questa incredibile altalena di emozioni è terminata al minuto 67, quando un contropiede micidiale ha permesso al Napoli di trovare il punto della vittoria: Insigne ha ricevuto a metà campo e, dopo aver allargato sulla sinistra per Mertens, il capitano azzurro è andato in mezzo all'area a prendere il suggerimento di Callejon suggellare la vittoria dei partenopei al Franchi. Squadra viola spaccate in due. La Fiorentina ha provato nel finale a rendersi pericolosa dalle parti di Meret ma la stanchezza sembra offuscare gli avanti viola e pian piano la gara scivola via verso il triplice fischio.

La squadra di Carlo Ancelotti ha avuto problemi nella prima parte ma pian piano è rientrata nel match grazie alle giocate dei suoi calciatori di qualità: Callejon, dopo un avvio stentato è tra i migliori, Insigne è decisivo e Mertens non si tira mai indietro. Bene Di Lorenzo, mentre sono parsi in ritardo di condizione Allan e Koulibaly. La squadra toscana, da par suo, si è mossa molto bene e nonostante nel finale abbia accusato un po' di stanchezza ha provato fino alla fine a portare a casa almeno un punto. Grande impatto di Boateng sul match, esordio con ovazione per Ribery, sul quale c'è un episodio al limite nel finale; e prestazione importante di Castrovilli, senza alcun dubbio tra i migliori in campo.