Sono passati pochi giorni dalla separazione tra Luciano Spalletti e l'Inter, dopo un biennio in cui il tecnico toscano ha riportato i nerazzurri in Champions League e tra le prime quattro della Serie A, ma ora bisogna pensare al futuro e a ciò che l'allenatore di Certaldo può fare nel mondo del calcio e quali progett potrebbero vederlo coinvolto. Per il momento, a detta dello stesso Spalletti, non c'è alcuna fretta di trovare una squadra e queste parole sono state pronunciate in occasione della festa del centenario del Certaldo Calcio, nonostante qualcuno dal pubblico gli avesse chiesto di accettare la panchina della Fiorentina: "Starò in mezzo alle terre. Devo preparare il vino, adesso ho tutto il tempo che voglio".

Il messaggio per il Certaldo

Ha parlato di tutto nel suo intervento Spallletti ma l'argomento principale dell’evento era ovviamente la squadra locale e la festa per il centenario che si stava svolgendo:

Sono felice di essere un vostro concittadino questa è casa mia. Bisogna ripartire da realtà di questo tipo, con un presidente come il mio amico Massimo Boschini. Ci sono tanti giovani impegnati in questa società e tante persone che lavorano dietro le quinte.

Il saluto di Spalletti all'Inter

Il tecnico di Certaldo poche ore dopo l'annuncio della separazione con l'Inter aveva voluto salutare i suoi ex tifosi e i suoi ex calciatori con un messaggio attraverso il suo profilo Instagram: "Non è vero che spesso sono stato l'unico a metterci la faccia, perché voi ci siete sempre stati! Tifosi forti…..destini forti.  Grazie delle 2.530.311 emozioni…. #senzatregua @inter". Lo stesso è avvenuto anche nei confronti di Steven Zhang nonostante l'interruzione prematura del rapporto di lavoro: "GRAZIE PRESIDENTE per avermi concesso l'onore di allenare l'Inter. @stevenzhang91 @inter".