A Natale la Serie A è l’unico dei cinque principali campionati europei che ha al vertice grande equilibrio. E questo equilibrio si vede in tutti i quartieri della classifica: in quello nobile della zona Champions, in quello relativo all’Europa League e soprattutto in quello della lotta salvezza, che è diventata vivissima. La Spal, tra le ultime, è quella che sta mostrando un carattere leonino e per la terza volta consecutiva conquista punti in rimonta.

La squadra di Semplici non molla mai

Due settimane fa contro il Verona, la Spal era sotto di due gol a cinque minuti dalla fine. Il penultimo posto era di fatto conquistato, ma con due reti in tre minuti i bianco-azzurri trovano il pari che dà morale e fiducia. Domenica scorsa a Benevento in rimonta con una doppietta di Floccari la Spal vince 2-1 con i giallorossi e riconquista il successo dopo mesi. Nella sfida odierna contro il Torino gli emiliani dopo 10 minuti sono già sotto di due gol (realizzati entrambi da Iago Falque), ma senza scomporsi i ragazzi di Semplici attaccano a testa bassa, collezionano palle gol trovano due reti, una su punizione (con Viviani) e una su rigore (con Antenucci), e per la terza volta di fila effettuano una rimonta. Con questo punto la Spal aggancia il Crotone al terzultimo posto.

Poker dell’Udinese

Grande festa alla ‘Dacia Arena’ per i bianconeri che battono 4-0 il Verona, colgono il quarto successo consecutivo in campionato e si portano all’ottavo posto. C’è da chiedersi dove sarebbe l’Udinese se Oddo fosse arrivato con qualche settimana d’anticipo. Barak è la stella, l’ennesima scoperta della famiglia Pozzo. Ma grande protagonista è anche Kevin Lasagna, autore del sesto gol stagionale.

Benevento beffato, 3 punti d’oro per il Genoa

Non è stata una partita spettacolare quella tra Genoa e Benevento, ma le emozioni sono state tantissime. I rossoblu e i campani ci provano, hanno entrambe tantissime occasioni e quando l’incontro sembra stia per chiudersi senza reti arriva il fallo di Belec su Lapadula, che dal dischetto segna, rende più corposo il bottino di Ballardini e beffa il Benevento, che per la terza volta perde dei punti nei minuti di recupero.