L’avversaria dell’Italia ai play-off per accedere ai Mondiali 2018 uscita dal sorteggio effettuato a Zurigo è la Svezia. Sulla strada per arrivare in Russia gli azzurri avranno un ultimo ostacolo e si tratta della squadra di Jan Andersson, che ha iniziato un nuovo corso con i giovani vittoriosi al torneo Under 21 nel 2015.

Dal sorteggio di Zurigo è arrivato l'ultimo scoglio per la squadra di Gian Piero Ventura, inserita nell'urna A per la 15esima nel ranking FIFA insieme a Svizzera (11), Croazia (18) e Danimarca (19), che dovrebbe giocare la sfida in casa allo stadio Giuseppe Meazza di Milano. La gara d'andata si giocherà in Svezia il 10 novembre, il ritorno in Italia il 13.

Questi gli altri accoppiamenti dei playoff: Nord Irlanda-Svizzera, Croazia-Grecia, Danimarca-Irlanda.

Svezia, il nuovo ciclo di Andersson

Jan Andersson ha impostato un nuovo corso per la nazionale maggiore svedese, portando  tanti elementi capaci di vincere il titolo Under 21 nel 2015. Il pericolo numero uno è Marcus Berg, autore di 8 reti durante la fase a gironi ma è in costante crescita il fantasista del Lipsia, Emil Forsberg, che dopo l’esplosione della scorsa stagione con la compagine tedesca sta iniziando ad essere determinante anche in nazionale. Occhio di riguardo anche per l'altra punta, Toivonen, prospetto che si è perso negli anni ma che ha qualità importanti. Numero 25 del Ranking FIFA.

Precedenti

Sono 23 i precedenti: 11 le vittorie dell'Italia, 6 i pareggi e altrettante le vittorie dei gialloblù. Ancora fresco il ricordo del biscotto scandinavo tra gli svedesi e la Danimarca all’Europeo del 2004 ma lo scorso anno ci ha pensato Eder a rimarginare quella ferita.

La formazione

Di solito si schiera con un 4-4-2 formato da Olsen in porta; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson in difesa; Durmaz, Larsson, Johansson, Forsberg in mediana e Toivonen a far coppia con Berg in avanti.