Giovanni Simeone nell'occhio del ciclone. Il centravanti della Fiorentina ha fatto arrabbiare i tifosi viola con la sua esultanza polemica dopo il gol del momentaneo 2-1 in Fiorentina-Empoli. Il centravanti si è portato il dito alle labbra per zittire le critiche ricevute nelle ultime settimane per i pochi gol segnati. Non sono bastate le scuse e il dietrofront dell'argentino nel post-partita ad evitare la rabbia di uno dei gruppi storici del tifo fiorentino, ovvero il "Violaclub Settebello" che ha invitato addirittura Simeone a lasciare Firenze a gennaio

Simeone, esultanza polemica in Fiorentina-Empoli e scuse

Subito dopo il gol, decisivo del 2-1 nel derby Fiorentina-Empoli, Simeone ha esultato polemicamente. Dito alla bocca, per zittire le critiche ricevute nelle ultime settimane. Dopo la partita il centravanti ha chiarito il senso del suo gesto, scusandosi: "Il gesto di esultanza dopo il mio gol non era rivolto ai tifosi viola. Ho avuto due mesi molto difficili a livello personale, in settimana ho avuto anche un furto in casa, ero nervoso e quindi ho voluto scaricare la rabbia. Non ce l'ho assolutamente con chi tifa Fiorentina anche perché sono qui da un anno e mezzo e ho sempre ricevuto incitamenti e sostegno. Sono venuto qui a chiedere scusa a chi può aver interpretato male".

Il momento difficile di Giovanni Simeone e della Fiorentina

Giovanni Simeone ha fatto il punto sul suo momento e su quello della Fiorentina: "Volevamo tornare a vincere e superare il brutto periodo che abbiamo attraversato. Abbiamo subito nel primo tempo passando in svantaggio ma abbiamo saputo reagire ed alla fine abbiamo fatto di tutto per vincere la partita. La vittoria alla fine è stata meritata e siamo felici, ora dobbiamo proseguire su questo passo. Ringrazio la mia famiglia, mio padre, i miei amici, la mia ragazza Giulia che è quella che soffre più di tutti perché mi sta sempre accanto. Ho sofferto tanto, voglio dimostrare alla squadra che dò tutto, e ringrazio i miei compagni per come mi hanno sostenuto. Speriamo di andare a vincere contro il Milan sabato prossimo. Mesi fa a San Siro non abbiamo giocato bene, vogliamo rifarci e provare a fare una grande prestazione. Ci tengo a ringraziare anche mister Pioli, che mi ha sostenuto e mi ha sempre dato fiducia. E' pieno di consigli per me, mi sta vicino e io spero di ripagarne la fiducia con le prestazioni. Siamo un bel gruppo, sono convinto che possiamo solo migliorare nelle prestazioni ed in classifica".

I tifosi della Fiorentina attaccano Simeone

Le scuse però non sono bastate a quanto pare. Il "Violaclub Settebello", uno degli storici "gruppi" di tifosi della Fiorentina su Facebook ha pesantemente attaccato l'argentino chiedendogli di andar via a gennaio: "Ci sono giocatori …. ci sono mezzi giocatori ….. e raccomandati ……A vedere le capacità, le squadre che lo seguono e il suo atteggiamento ….. crediamo che non ti meriti nessuna categoria …. ma semplicemente d'essere NON considerato …A gennaio puoi levarti dai coglioni….". Una frattura che si spera possa rientrare, magari grazie a nuovi gol"