"Sì, Piatek è il mio erede al Milan". Le parole di Shevchenko sono musica per le orecchie dei tifosi del Milan che si godono i complimenti dell'ex attaccante (oggi ct della nazionale ucraina) per la punta polacca che ha trascinato finora con le sue reti i rossoneri in zona Champions. Gonzalo Higuain è solo un brutto ricordo, l'argentino è stato cancellato dalle prestazioni dell'ex Genoa che è riuscito a farsi amare nell'unico modo possibile per un bomber… facendo gol, quelli che erano mancati al Pipita.

Al Milan può essere considerato il mio erede? Sì – ha ammesso l'attuale ct dell'Ucraina nell'intervista a Sport Mediaset -. Piatek ha dimostrato di avere un fiuto da gol incredibile. E come attaccante ha tutte le caratteristiche per diventare davvero forte: ruba il tempo, si smarca bene, colpisce bene di testa, è un giocatore che sta aiutando tanto il Milan.

Giudizio positivo… e se lo dice Sheva, che ha lasciato a Milano un pezzo di cuore e di storia rossonera, allora i tifosi del ‘diavolo' possono ben sperare. E' Piatek l'asso nella manica in questo finale di stagione che vede la squadra di Gattuso al terzo posto e in piena corsa per la Champions.

Il derby? Sì, l'ho visto… poteva anche finire pari. Penso che il Milan sia in corsa per la Champions e ce la può fare.

Quanti gol ha segnato Piatek finora? A secco nel derby contro l'Inter (vinto dal Milan per 3-2), Krzysztof Piatek s'è preso la scena con la maglia della nazionale polacca: partito in panchina nella sfida di qualificazione a Euro 2020, è entrato nella ripresa e nel giro di dieci minuti ha realizzato la rete decisiva che ha piegato l'Austria. Quanti gol ha segnato in stagione: 29 su 34 gare giocate in tutte le competizioni, 2 invece i centri con la maglia della Polonia in 3 presenze.