Il Matera è stato escluso dal campionato di Serie C. Il club lucano ha chiuso anzitempo la sua stagione perché è arrivata la quarta rinuncia nel turno infrasettimanale in programma con la Cavese e dice addio al calcio professionistico. Come ampiamente prevedibile alla vigilia, al XXI Settembre non si è presentato nessuno in maglia biancazzurra, nemmeno i ragazzi della "Berretti" che eran stati schierati nelle ultime uscite, ed erano presenti solo i giocatori della squadra ospite e la terna arbitrale.

Il signor Carella di Bari ha effettuato il riconoscimento di rito e ha atteso i 45 minuti previsti dal regolamento fino alle 21:15, quando ha decretato la fine del match e del campionato della squadra del presidente Rosario Lamberti. Dopo i punti di penalizzazione per i mancati pagamenti degli stipendi e l'inizio di stagione turbolento per le vicende societarie, si è chiusa in uno stadio vuoto e silenzioso la pagina più triste della storia calcistica della città dei Sassi. Per la Matera calcistica è una pagina davvero buia che va a coincidere nell’anno in cui è Capitale Europea della Cultura. Oltre all'esclusione il Matera è stato sanzionato anche con una multa di dieci mila euro.

  • Cosa succederà adesso? Avendo disputato per intero il girone di andata rimarrebbero intatti i risultati conseguiti prima del giro di boa mentre per le gare che rimangono in questo girone di ritorno ogni avversario dovrebbe ricevere i 3 punti a tavolino.

La sentenza del Giudice Sportivo

Ecco il comunicato integrale del Giudice Sportivo:

Il Giudice Sportivo Sostituto Notaio Pasquale Marino, assistito da Irene Papi e dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 14 Febbraio 2019 ha adottato la deliberazione che di seguito si riporta:

GARA DEL 13 FEBBRAIO 2019
MATERA – CAVESE

Il Giudice Sportivo, letti gli atti ufficiali

RILEVA
– che la gara in oggetto non si è disputata per mancata presentazione della società Matera;
– che, a norma dell’art 55 comma 1) delle NOIF, la squadra che non si presenta in campo è considerata rinunciataria;
– che la società Matera risulta essere rinunciataria già in altre tre precedenti occasioni (vedasi i Comunicati Ufficiali nn. 160/DIV del 24.01.2019, 172/DIV del 5.02.2019, 181/DIV del 11.02.2019);

OSSERVA
– che, a norma dell'art. 53, comma 5) delle NOIF, alla quarta rinuncia consegue, come sanzione, l'esclusione dal Campionato di competenza

TUTTO CIO' CONSIDERATO DELIBERA
1) di comminare alla società MATERA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 -3;
2) di escludere la società MATERA dal campionato di competenza;
3) di comminare alla società MATERA, a norma dell’art 17 CGS, l'ammenda di € 10,000 (eurodiecimila);
4) di considerare, a norma dell’art. 53, comma 4 delle NOIF, tutte le gare di calendario ancora da disputarsi dalla società MATERA come perdute con il punteggio di 0-3 a favore delle società che avrebbe dovuto incontrare nelle predette gare.

Ghirelli: Sono addolorato, chiedo scusa ai tifosi

Le dichiarazioni di Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, sull'esclusione del Matera dal campionato:

Sono addolorato dell’esclusione dal campionato Serie C del club calcistico di una tra le più belle città del mondo come Matera. È una sconfitta, è così che io la considero. È una sconfitta perché esce un club di grandi tradizioni calcistiche. È una sconfitta per il sistema calcio perché il Commissario Coni-Figc non avendo fatto rispettare le regole, all’inizio del campionato, è stato causa di una caduta di credibilità seria. Chiedo scusa ai tifosi del Matera perché avrebbero meritato di evitare un lungo percorso di sofferenza. Rilevo una cosa importante: le regole vanno rispettate e se non si rispettano se ne esce sconfitti.