Dopo la sentenza del Tribunale Federale Nazionale che ha sbattuto all’ultimo posto il Palermo, che retrocede in Serie C a causa di irregolarità amministrative, il Consiglio direttivo della Lega di Serie B ha deciso all’unanimità di accogliere immediatamente la sentenza esecutiva. Dunque Palermo in Serie C, il Perugia è promosso ai playoff e soprattutto vengono cancellati i playout, salve così Venezia e Salernitana.

Niente playout in Serie B, salve Venezia e Salernitana

Il Consiglio direttivo della Lega Serie B ha deciso di rendere subito esecutiva la sentenza e ha deciso di procedere con le partite dei playoff con le date già programmate e ha stabilito soprattutto che non verranno giocati i playout: “Le quattro squadre retrocesse in C sono dunque Foggia, Padova, Carpi (come determinato dal campo), e Palermo (come deciso dalla giustizia sportiva)”. Dunque Venezia e Salernitana si salvano senza bisogno di vincere il playoff, anche se in realtà i giochi non sono ancora chiusi.

Il ricorso del Foggia

Perché venerdì prossimo il Collegio di Garanzia dovrà decidere sul ricorso del club rossonero che chiede una rideterminazione della penalizzazione: “riducendola nella misura ritenuta di giustizia”. Il Foggia era stato penalizzato, inizialmente di 15 punti, poi scesi a 6, “per aver reimpiegato in due stagioni un importo monetario ingente provenienti di attività illecite di evasione o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche di reato”. Al Foggia basterebbe un solo punto in più per ottenere la salvezza, e in quel caso in Serie C finirebbe la Salernitana.

Perugia ai playoff

Cambia anche il tabellone dei playoff. Perché il Palermo cede il posto di testa di serie al Pescara, che parte dalle semifinali, come il Benevento, e un posto nella griglia al Perugia, che viene ripescato e sfiderà il Verona, l’altro turno preliminare è Spezia-Cittadella.