Sampdoria e Bologna vincono in casa contro Atalanta e Spal scavalcano il Torino e il Milan e si portano a un solo punto dalla Roma quinta in classifica. Giampaolo con gli azzeccatissimi cambi batte in rimonta l’Atalanta di Gasperini, che resta così a metà classifica. Mentre Donadoni trionfa nel derby con la Spal. Il Torino pareggia in pieno recupero in casa del Crotone. Primo successo in campionato per il Genoa, che certifica la crisi del Cagliari, al quarto k.o. consecutivo.

Sampdoria Atalanta 3-1

Parte a due facce. Nel primo tempo l’Atalanta domina e passa. Assist di Spinazzola, colpo di testa vincente di Cristante, al terzo gol in campionato. Il centrocampista friulano è l’ennesimo calciatore cresciuto in modo esponenziale con Gasperini. L’Atalanta ha un paio di grosse occasioni per raddoppiare nel finale di tempo, ma Puggioni resiste. Nell’intervallo Giampaolo stravolge la sua squadra, rientra in campo con Caprari e Linetty e al 12’ della ripresa pareggia Duvan Zapata. Due minuti più tardi segna pure Caprari, 2-1 e sorpasso Samp. Poi segna pure Linetty. Sampdoria che si affaccia nei piani alti, Giampaolo con i cambi batte Gasperini.

Pari del Toro a Crotone

Mihajlovic sceglie Sadiq come sostituto di Belotti, il Toro in avvio prova a fare la partita, ma il Crotone tiene botta, con il tempo guadagna tanto campo e al 25’ passa con un bel diagonale dell’olandese Rodhen. Il Torino nella ripresa entra in campo con il piglio giusto assedia la squadra calabrese e trova il pari con una gran botta di Iago Falque. Tutta l’energia fisica e mentale improvvisamente svanisce per i granata e il Crotone torna avanti con un gol del difensore Martella. Al 92’ con un colpo di testa De Silvestri trova il pari.

https://www.dailymotion.com/video/x64o65c

Il Bologna vince il derby e sogna l’Europa

Dopo più di cinquant’anni Bologna e Spal, divise da un’acerrima rivalità, si affrontano in Serie A. La partita per una mezz’oretta è bruttina e molto tesa. Poi arriva all’improvviso il vantaggio dei padroni di casa. Giocata splendida di Di Francesco, che stoppa al volo e con un pallone meraviglioso trova Palacio, che regala un assist al bacio all’accorrente Poli, che torna a segnare dopo più di due anni e mezzo. Il Bologna in quel momento prende in mano la partita e trova il meritato raddoppio a inizio ripresa con un’autorete di Salamon, prodotta da una grande azione di Donsah. All’88’ la Spal rientra in partita con un gol di Antenucci.

Cagliari ancora sconfitto, 1a vittoria per il Genoa

Il Cagliari è davvero in grande crisi, quarta sconfitta consecutiva per Rastelli che ora traballa. Il Genoa vince per la prima volta in questo campionato. Grifoni subito avanti: Ionita perde un pallone a metà campo, il Genoa con tre passaggi trova Galabinov, che entra in area e con un destro perfetto supera Cragno. Il bulgaro ha un paio di nitide palle gol, ma non trova il raddoppio. Trova invece Galabinov una bella giocata che dà il là al 2-0 del Genoa, decisivo l’assist di Rigoni nel gol di Taarabt. Nella ripresa Pavoletti, l’ex, accorcia. Rigoni firma il 3-1, Joao Pedro segna su rigore a ridà vita al Cagliari che però alla fine perde per 3-2.

3 punti per la Fiorentina, pari per il Chievo

Nel match dell’ora di pranzo la Fiorentina con una doppietta di Simeone supera per 2-1 l’Udinese. Pioli rifiata e sale a quota 10 punti, per i friulani è la sesta sconfitta in campionato, Delneri sempre k.o. in trasferta. Pareggio senza gol tra Sassuolo e Chievo.

Insigne e Immobile. Napoli e Lazio vincono negli anticipi

Una doppietta di Ciro Immobile condanna alla prima sconfitta in campionato la Juventus, che in casa non perdeva da più di due anni. Il gol di Douglas Costa è inutile, fondamentale la prodezza di Strakosha, che al 95’ para un rigore a Dybala. Nell’altro anticipo all’Olimpico il Napoli giocando da grande squadra e con un gol di Insigne batte la Roma.