Non brilla, gioca male, non riesce quasi mai a tirare in porta. Poi si trasforma nel man of the match segnando il rigore che vale tre punti e si ritrova a conquistare l'ennesimo record stagionale in bianconero. E' Cristiano Ronaldo che all'Olimpico ha scritto un'altra storica pagina del calcio italiano e personale. Con il tiro vincente dal dischetto all'89' con cui ha superato Strakosha, il portoghese ha conquistato un primato assoluto da quando in Serie A ci sono i tre punti in palio: 8 partite consecutive in trasferta in cui è andato a segno.

E' l'insostenibile leggerezza di chi possiede le stigmate del successo: Cr7 anche quando non brilla, riesce a incidere in modo indelebile, facendo parlare di sè. Una capacità propria dei fuoriclasse, in qualsiasi ambito professionale e personale, per distinguersi dal comune. Così Lazio-Juventus è già passata agli annali per le statistiche aggiornate della Lega Calcio, nell'era di Cristiano Ronaldo.

Le otto vittime di Ronaldo

Se sono otto i match lontano dallo Stadium dove Cr7 segna, i gol sono addirittura nove. Dalla sfida di Frosinone, vinta per 2-0 dai bianconeri il 23 settembre 2018 con i centri di CR7 e Bernardeschi, il vice Pallone d'Oro 2018 non si è più fermato punendo Udinese, Empoli, Milan, Fiorentina, Torino, Atalanta e la Lazio di Simone Inzaghi. A Empoli è riuscito a segnare due gol.

I 10 gol di Beppe Signori

Se si guardano le statistiche della Serie A ci si accorge che Beppe Signori era riuscito a segnare in 10 trasferte consecutive, ma lo aveva fatto a cavallo di due stagioni tra il 1992 e il 1993. Cr7 ha fatto meglio: tutto nell'arco di una manciata di mesi, per di più al debutto assoluto, in attesa di poter ancor più incrementare questa speciale classifica. E puntare Leo Messi.

Il record di Messi nel mirino

La Pulga, rivale di sempre negli anni di Liga, ritorna nella vita calcistica di Cristiano Ronaldo anche se l'argentino è rimasto in Liga e il portoghese si è trasferito da noi. Il primato assoluto, infatti, spetta alla Pulce blaugrana che lontano dal Camp Nou è riuscito ad andare a segno per 13 match consecutivi.