Risultati della nona giornata di Serie A che possono incidere sul futuro della stagione di numerose compagini. Uno il verdetto: il campionato è ancora aperto. Dopo otto vittorie consecutive si interrompe infatti la striscia vincente della capolista Juventus che impatta per 1-1 contro il Genoa all’Allianz Stadium. Ne approfittato sia il Napoli di Carlo Ancelotti che espugna la Dacia Arena battendo 3-0 l’Udinese e portandosi dunque a -4 dai bianconeri che l'Inter di Luciano Spalletti che grazie al gol nei minuti di recupero realizzato Mauro Icardi vince il derby con Milan di Gennaro Gattuso portandosi al terzo posto in solitaria a -6 dai campioni d'Italia in carica.

Sconfitta pesante invece per la Roma di Eusebio Di Francesco, battuta per 2-0 all’Olimpico dalla Spal di Leonardo Semplici. Giallorossi che vedono adesso allontanarsi i rivali della Lazio, vittoriosi per 2-0 contro il Parma al Tardini e adesso lontani quattro lunghezze, i ferraresi invece, sfruttando anche il pirotecnico pareggio per 3-3 tra il Frosinone e l’Empoli, si allontanano dalla zona calda. Sospiro di sollievo anche per l’Atalanta di Gian Piero Gasperini che sul campo del fanalino di coda Chievo Verona ritrova la vittoria che mancava ormai da due mesi: un rotondo 5-1 in favore degli orobici che rovina l’esordio di Gian Piero Ventura sulla panchina clivense. Chance sprecata invece per il Torino di Walter Mazzarri raggiunto sul 2-2 dal Bologna al Dall’Ara dopo aver trovato addirittura il doppio vantaggio e per la Fiorentina di Stefano Pioli fermata al Franchi sull'1-1 dal Cagliari. Questo e tantissimo altro si è visto finora in questa nona giornata di Serie A che si chiuderà lunedì (calcio d’inizio alle 20.30) con il posticipo di Marassi tra Sampdoria e il Sassuolo, ecco quindi le curiosità più interessanti registrate in questo nono turno del massimo campionato italiano.

Le ‘prime volte’ di Juve e Genoa

All’Allianz Stadium arriva la prima frenata della Juventus di Massimiliano Allegri che precedentemente al pareggio con il Genoa aveva sempre vinto nei dieci match stagionali disputati. Primo punto ottenuto da Ivan Juric in questa sua nuova avventura sulla panchina del Grifone. Risultato centrato anche senza i gol del bomber Krzysztof Piatek che per la prima volta in stagione non segna in una gara in cui parte titolare. In rete invece Cristiano Ronaldo che con quello realizzato ai rossoblu diventa il primo giocatore della storia a segnare 400 gol nei 5 principali campionati europei.

Roma porta bene alla Spal, Verona a Ilicic

Evento storico anche all’Olimpico di Roma dove la Spal di Leonardo Semplici ha ottenuto un successo in trasferta con due gol di scarto in Serie A a 53 anni di distanza dall’ultima volta, anche in quel caso, nel settembre del 1965, i ferraresi espugnarono il campo dei giallorossi. La capitale porta dunque bene agli estensi, così come Verona porta bene a Josip Ilicic che nel 5-1 rifilato dalla sua Atalanta al Chievo ha messo a referto la sua seconda tripletta in Serie A, la prima fu sempre al Bentegodi ma contro l’Hellas nel marzo scorso. Ed in entrambe le occasioni il trequartista sloveno ci ha messo esattamente 24 minuti per scrivere tre volte il proprio nome sul tabellino dei marcatori.

Silvestre e Ruiz non perdono il ‘vizio’, ‘gol lampo' per Rog

E a proposito di coincidenze, ancora più curiosa quella capitata nel pareggio per 3-3 del Benito Stirpe tra Frosinone ed Empoli. Il difensore dei toscani Matias Silvestre ha infatti prima effettuato un’autorete e poi ha invece segnato nella porta frusinate. Si tratta della seconda volta nel 2018 che un giocatore ha realizzato sia un gol che un autogol nella stessa partita di Serie A, e anche nella prima occasione il protagonista è stato il centrale argentino. Storia che si ripete dunque, così come accade per il centrocampista spagnolo del Napoli Fabian Ruiz che contro l’Udinese ha messo a segno il suo primo centro in maglia azzurra. Lo ha fatto con una conclusione da fuori area, allo stesso modo di come aveva realizzato i tre precedenti gol in Liga con il Betis Siviglia. L’iberico era subentrato dalla panchina dieci minuti prima di trovare la via della rete al posto dell’infortunato Simone Verdi. Ancora meglio, in termini di rapidità, ha fatto però il suo compagno Marko Rog che ha segnato dopo appena 40 secondi dal suo ingresso in campo mettendo a referto il gol più veloce fatto da un subentrato in questo campionato.

Risultati della 9a giornata della Serie A 2018/2019

Roma-Spal 0-2; Juventus-Genoa 1-1; Udinese-Napoli 0-3; Frosinone-Empoli 3-3; Chievo-Atalanta 1-5; Bologna-Torino 2-2; Parma-Lazio 0-2; Fiorentina-Cagliari 1-1; Inter-Milan 1-0; Sampdoria-Sassuolo (lunedì ore 20.30).