Era una decisione che era stata anticipata da settimane e che oggi ha avuto il suo ufficiale varo con la Commissione Arbitrale Nazionale che ha decretato la nascita di un gruppo ‘speciale' di VAR, composto da direttori di gara che hanno concluso il proprio percorso in campo e che, invece di andare in pensione, dedicheranno i loro anni d'esperienza alla tecnologia. I primi ad essere individuati sono stati Banti e Mazzoleni, ma ci saranno anche Nasca e Di Paolo.

Quello voluto dalla Federcalcio insieme all'Assoarbitri è di preparare in vista della prossima stagione una nuova task-force arbitrale che dovrà vigilare sulla moviola, sul suo protocollo e applicazione nonché dare spiegazioni delle scelte prese. Un super gruppo di arbitri effettivi, i VAR PRO, con funzioni di assistenti arbitri in video, a disposizione della Commissione Arbitri Nazionale per il campionato di Serie A, sulla base delle nuove norme di funzionamento degli organi tecnici approvate nella giornata di ieri dal Consiglio federale.

La scelta del Comitato Nazionale

Il Comitato nazionale, riunito a Roma, ha deciso di iniziare una nuova era del VAR dopo aver deliberato le nomine necessarie a completare gli organici della dirigenza nazionale e regionale che saranno impiegati nei ruoli stabiliti dal regolamento associativo per la durata della stagione sportiva appena iniziata.

I magnifici 4 VAR Pro

Sono stati inquadrati in questo ruolo quattro arbitri iniziali, che hanno lasciato le rispettive CAN, tra cui Luca Banti di Livorno e Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo, entrambi ex internazionali, la cui esperienza sarà fondamentale per la crescita del supporto tecnologico e la riduzione al minimo di errori e polemiche. Gli altri due  VAR Pro sono Luigi Nasca di Bari e Aleandro Di Paolo della sezione di Avezzano, che hanno invece concluso il proprio percorso in CAN B al termine della stagione trascorsa.