L’Atalanta in rimonta batte 2-1 la Spal e sale al quarto posto. La miglior differenza pone i nerazzurri davanti alle romane, che hanno vinto negli anticipi. Gasperini ha superato il Milan che giocherà stasera. Colpaccio del Frosinone che vince 1-0 in casa della Sampdoria e si rilancia in chiave salvezza. Il Torino di misura batte l’Udinese, in un match ricco di polemico.

Atalanta-Spal 2-1

Inizio horror dell’Atalanta che commette degli errori banalissimi e presta il fianco alla Spal, Berisha ci mette una pezza e manda il pallone in angolo su una conclusione ravvicinata di Petagna, ma al 6’ l’albanese non può nulla sulla conclusione del grande ex dell’incontro che segna e festeggia moderatamente. La Spal poi è costretta a difendersi, nel primo tempo il più pericoloso è il ‘Papu’ Gomez che ci prova due volte, Viviano è superlativo. Nella ripresa l’Atalanta attacca sin dall’inizio e lo fa con convinzione, foga e quasi con tutti gli effettivi. Il pari è nell’aria e arriva al 57’, fuga di Zapata che avanza palla al piede e mette in mezzo per l’accorrente Ilicic che pareggia, 1-1 e settimo gol in campionato per lo sloveno. L’Atalanta continua a spingere e segna il gol della vittoria con Zapata, al sedicesimo centro stagionale. Il colombiano riceve un pallone splendido da Hateboer e decide l’incontro.

Sampdoria-Frosinone 0-1

Una partita vecchio stile a Marassi, dove il Frosinone si difende, piazza il pullman davanti la porta e chiude il primo tempo in vantaggio. La Sampdoria calcia in porta quattro volte, fa tanto possesso, va vicina al gol con Quagliarella ma incassa il gol di Ciofani che riceve da Goldaniga e firma un gol pesante. Nella ripresa il copione è lo stesso, Giampaolo prova a mescolare le carte, mandano in campo Saponara e Defrel. Poi tocca pure a Sau, ma il gol non arriva. La Sampdoria sorprendentemente viene sconfitta dal Frosinone, che si rimette in scia di Empoli e Bologna.

Torino-Udinese 1-0

Predominio assoluto del Toro nel primo tempo che va vicinissimo al gol con Belotti, a cui un super Musso dice di no. I granata fanno la partita, attaccano, cercano il gol e lo trovano poco dopo la mezz’ora con Ola Aina, che sta crescendo tantissimo. Belotti recupera un pallone, Ansaldi pennella e di testa l’ex Chelsea insacca. Sirigu vola su una punizione di De Paul, ma nel finale del primo tempo la copertina se la prende l’arbitro che non assegna un penalty ai granata. Nella ripresa il Torino con il passare del tempo perde campo e pensa più a difendersi.

Djidji stende Okaka, con il Var l’arbitro assegna il rigore. Sirigu respinge la conclusione di De Paul. Due minuti dopo arriva il gol di Lasagna che però colpisce il pallone in posizione irregolare. L’arbitro annulla. All’89’ l’Udinese trova il pareggio con Okaka, ma dopo tre minuti l’arbitro annulla, anche stava giustamente. Nel lunghissimo recupero l’Udinese colpisce pure una traversa, è 1-0.