Il Sassuolo con quattro risultati utili consecutivi si è avvicinato alla tanto agognata salvezza. A Iachini mancano una mezza dozzina di punti per la tranquillità, ma in attesa di tagliare il traguardo si pensa già al futuro. L’amministratore delegato del club Giovanni Carnevali intervistato a ‘GR Parlamento’ ha parlato delle voci di mercato relative ai pezzi da novanta della squadra: Politano e Berardi.

Politano, storico obiettivo di mercato del Napoli

Quattro gol nelle ultime tre partite, Matteo Politano ha gettato alle spalle la grande delusione per il mancato trasferimento al Napoli, che non si è concretizzato nel mercato invernale. Il Sassuolo chiese 28 milioni di euro. Secondo Carnevali quella cifra forse adesso non basta nemmeno più:

Se vediamo le cifre che girano, credo che Politano abbia un valore importante, definire il prezzo è prematuro, sicuramente è un giocatore tra i migliori del nostro campionato nel suo ruolo. Non bastano più 28 milioni? Quella non è mai stata una cifra reale. Servirà un’offerta importante, ma poi dovremo decidere con la proprietà e con il giocatore. Dipende dal club che viene, ci sono società straniere con possibilità economiche superiori a quelle italiane.

Berardi obiettivo del Milan

Non sta vivendo invece una grande stagione Domenico Berardi. L’esterno offensivo, accostato negli ultimi anni a tutte le big della Serie A, sembra essersi perso, ma il suo talento è immutato e il Milan da tempo lo sta seguendo e potrebbe acquistarlo nella prossima campagna acquisti. Berardi non vale più 50 milioni di euro, ma il Sassuolo certamente non intende svendere l’attaccante:

Sono nate delle polemiche inutili, per noi Berardi è un ragazzo importante. Lui è un giocatore che fa parte del Sassuolo ha la massima considerazione. Sta rendendo meno, è sotto gli occhi di tutti, non è più un ragazzino visto che va per i 24 anni ma tutti assieme dobbiamo cercare le soluzioni migliori perché venga fuori al più presto da questo momento grigio. Ha qualità, gli manca ancora qualcosa per esprimersi definitivamente, molte cose dipendono da lui, ma ci sono tutte le possibilità perché si possa riprendere. Se vale ancora 50 milioni? La quotazione ha avuto un calo ma sappiamo di avere un giocatore importante, tra i migliori in Italia. Deve dimostrarlo e tornare ai suoi livelli, noi lo stiamo aspettando.