Il nervosismo per il mancato successo sull'Inter e l'ennesima domanda sul sorpasso incassato dalla Juventus. Due situazioni che hanno giocato un brutto scherzo a Maurizio Sarri, nel post partita del match del Meazza. Ecco allora che l'allenatore del Napoli si è reso protagonista di una risposta assai infelice, ad una collega. La colpa di quest'ultima? Una domanda mal digerita dall'allenatore sulla lotta scudetto, a giudizio della cronista compromessa

La risposta infelice di Sarri alla cronista

Nella classica conferenza stampa post partita di Inter-Napoli, una cronista ha chiesto all'allenatore azzurro senza troppi giri di parole: "Sono troppo dura se dico che questa sera il discorso Scudetto si è compromesso?". Una domanda che il tecnico toscano non ha gradito, ed ecco infatti la risposta tutt'altro che positiva: "Dico che sei donna e sei carina, per questo non ti mando a fare in c…".

Le scuse di Sarri alla giornalista

Resosi conto di aver esagerato, Maurizio Sarri al termine della conferenza stampa ha deciso di scusarsi personalmente con la giornalista. In compagnia del capo comunicazione del Napoli Lombardo, l'allenatore ha raggiunto privatamente la cronista, per rimediare all'uscita infelice

Il Napoli non è né la squadra più ricca né la più forte, parola di Sarri

L'allenatore azzurro  in precedenza ai microfoni di Premium Sport, ha chiarito che la sua squadra non ha né le risorse economiche, né i valori tecnici e la rosa della Juventus. Ecco allora che il Napoli, pur non mollando e preparandosi a lottare fino alla fine in Serie A, non è obbligato a vincere come la compagine di Allegri: "Addio scudetto? Non siamo né la squadra più ricca né la più forte d'Italia: non abbiamo l'obbligo di vincere, abbiamo l'obbligo di fare del nostro meglio e cercare di fare risultato contro chiunque. Non ho visto in campo dei giocatori che hanno mollato: abbiamo fatto una grande gara".

Per il Napoli buon punto, contro un'Inter più quotata ad inizio stagione

Ecco dunque che il pareggio senza reti in casa dell'Inter deve essere considerato un buon risultato, a prescindere dal sorpasso incassato dalla Juventus. E per sottolineare l'importanza del risultato del Meazza, Sarri tira fuori i pronostici di inizio stagione: "Abbiamo fatto una buona partita, rispondendo bene alla sconfitta con la Roma. Abbiamo trovato di fronte una squadra forte, inaspettatamente in salute, ma noi a livello di impegno e abnegazione abbiamo fatto bene pur non riuscendo a sfruttare le occasioni. Abbiamo fatto una grande gara contro una squadra che a luglio era accreditata di stare davanti a noi".

Sarri difende Insigne dopo l'errore contro l'Inter

Non ha trovato la via del gol Lorenzo Insigne, che pur giocando una buona partita nella ripresa ha sciupato una nitida occasione. Anche in questo caso l'allenatore ha difeso a spada tratta il suo calciatore: "Insigne? Ha fallito un tiro, che probabilmente è stata l’occasione più importante della serata, ma Lorenzo sta facendo una stagione strepitosa e non lo giudico per una giocata".