All'Olimpico la Juventus ha perso la prima partita stagionale. Sarri torna a conoscere il ko in Serie A dopo diciannove mesi (l'ultimo gli costò lo scudetto, Fiorentina-Napoli 3-0), e resta a due lunghezze dall'Inter. La Lazio si è imposta per 3-1, e pure i campioni d'Italia erano partiti molto bene. Il tecnico bianconero dopo la partita, parlando con DAZN, ha detto di aver visto la sua squadra in crescita:

Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, e in generale molto bene nei primi quarantacinque minuti, purtroppo abbiamo concesso il gol dell'1-1 allo scadere. Poi il secondo tempo è stato condizionato da episodi tutti sfavorevoli a noi, in parità numerica abbiamo giocato bene. Sinceramente ho visto la mia squadra crescere.

Sarri contesta il rosso a Cuadrado

Sul punteggio di 1-1, la Juventus batte un calcio d'angolo, la Lazio sbroglia, riparte in contropiede con Lazzari che si trova da solo, Cuadrado lo ferma, l'ex Spal va giù. Fallo. L'arbitro Fabbri ammonisce il colombiano, poi dopo aver rivisto le immagini decide di espellerlo. Il tecnico toscano nel post partita ha contestato la decisione dell'arbitro. Secondo Sarri quella non era una chiara occasione da gol, e quindi bastava il cartellino giallo.

Il rosso a Cuadrado? Non sono d’accordo sulla chiara occasione da gol, la palla stava andando verso l’esterno e non la tocca nessuno dei due.

Il fallo di Cuadrado su Lazzari.
in foto: Il fallo di Cuadrado su Lazzari.

Gli errori di Dybala e Bernardeschi

L'espulsione di Cuadrado è nata da un doppio errore della Juventus, parola di Sarri che ha detto chiaramente che Dybala e Bernardeschi erano mal posizionato in occasione di quel corner per la Juve e hanno lasciato il fianco alla Lazio.

Non abbiamo rispettato le consegne, Dybala e Bernardeschi non erano dove dovevano essere. Sono disattenzioni che poi paghi.

L'infortunio di Bentancur

L'uruguaiano è uscito sulle sue gambe, ha lasciato l'Olimpico senza stampelle. Ma Bentancur ha un problema al legamento collaterale del ginocchio. Sarri incrocia le dita e si spera di non perdere uno dei giocatori più caldi. Ora la Juventus ha pochi centrocampisti, ma il tecnico non si è scompone. L'ex allenatore del Chelsea ha detto che anche Ramsey e Bernardeschi possono cambiare posizione in campo:

Domattina farà gli esami strumentali, sembra interessato il collaterale ma vediamo a che livello. Per noi è un giocatore fondamentale, è cresciuto tantissimo. Abbiamo tanti giocatori infortunati, Khedira tornerà tra parecchi mesi. Il mercato? Non so vediamo, perché Bernardeschi e Ramsey possono giocare tra i tre di centrocampo.