Dopo il primo gol realizzato in Serie A il ventenne Dawid Kownacki era stato subito paragonato a Schick. Il giovane polacco come l’attaccante passato alla Roma è la quarta punta della Sampdoria, è giovane, forte e sembra avere un grande feeling con il gol. Con il passare delle settimane Kownacki è stato paragonato sempre più spesso allo Schick dello scorso campionato. Ma questo attaccante sembra andare oltre e c’è un dato statistico che rende il polacco uno dei migliori attaccanti della Serie A.

4 tiri in porta, 3 gol: Kownacki è un bomber letale

Dawid Kownacki è letale, questo ragazzo classe 1997 ha giocato complessivamente 144 minuti in Serie A, non è mai partito titolare, ma ha già segnato tre gol. Ciò che però salta agli occhi è l’incredibile media tra tiri in porta e gol. Kownacki ha effettuato quattro conclusioni verso le porte avversarie e tre volte ha fatto gol! Meglio è quasi impossibile. La precisione del quarto attaccante di Giampaolo sta diventando proverbiale e forse con questa media tra tiri e gol riuscirà a ottenere sempre più spazio con la squadra blucerchiata, che sta allevando un altro ragazzo dalle grandi qualità.

Chi è David Kownacki

Ventun anni da compiere a marzo, Kownacki ha esordito da giovanissimo con il Lech Poznan e rapidamente ha bruciato le tappe e realizzato 27 gol. Lo scorso luglio la Sampdoria lo acquista, pagandolo 4 milioni di euro. Giampaolo, che ha puntato sulla coppia formata da Quagliarella e Zapata e con Caprari prima riserva, gli ha dato sin dall’inizio spazio. In campionato ha giocato 10 partite e ha realizzato 3 reti (il primo all’Udinese, gli altri contro Crotone e Benevento), mentre in Coppa Italia ha disputato 2 partite e ha segnato 3 gol (a Foggia e Pescara). Complessivamente ha giocato 245 minuti e realizzato 6 gol, che semplificato fa un gol ogni 41 minuti giocati. I suoi numeri sono eccezionali, e il futuro sembra tutto suo.