Il portiere del Crystal Palace Hennessey qualche mese fa è finito nella bufera per un’immagine postata dal compagno di squadra Max Meyer. In quella foto si vedeva il gallese con il braccio destro in aria, a qualcuno era parso il saluto nazista. Hennessey è finito sotto indagine, la Football Association dopo aver indagato, visto le immagini, ascoltato il portiere e i compagni di squadra ha assolto il trentaduenne numero uno, che comunque non è uscito bene da questa vicenda. La Commissione Disciplinare assolvendolo ha detto: “Quando è stato interrogato su questo argomento ha mostrato un considerevole grado d’ignoranza”. Insomma, il portiere è stato assolto perché conosce poco o nulla su una delle vicende più mostruose della storia dell’umanità.

Assolto Wayne Hennessey

La Commissione Disciplinare della FA ha assolto il portiere del Palace. Hennessey, che aveva sempre negato ogni accusa e aveva detto che quel gesto era stato assolutamente casuale, si è salvato e ha evitato una lunga squalifica ‘grazie’ alla sua ignoranza, definita deplorevole. La Commissione ha scritto che:

Hennessey in effetti, quando è stato interrogato su questo argomento ha mostrato un considerevole grado d'ignoranza – si potrebbe anche dire deplorevole – su qualsiasi cosa abbia a che fare con Hitler, il fascismo e il regime nazista.

Perché era stato accusato Hennessey

Dopo il successo ottenuto contro il Grimsby, lo scorso 5 gennaio, nel match di terzo turno della FA Cup, i giocatori del Crystal Palace hanno deciso di trascorrere una serata assieme, in quella cena ovviamente non sono mancate foto di gruppo e selfie, in quella pubblicata online dall’ex Schalke Max Meyer si è visto Hennessey. Il portiere era posizionato in fondo e mentre posava ha alzato il braccio destro in aria, e ha messo la mano sulla sinistra sulla bocca. Quel braccio alzato aveva rievocato il saluto nazista.

La foto che aveva portato all’indagine su Hennessey.
in foto: La foto che aveva portato all’indagine su Hennessey.