Nell'agosto dello scorso anno aveva fatto il provino. Oggi, a distanza di mesi, è invece arrivato il suo primo contratto. Stiamo parlando di Joao Mendes, figlio quattordicenne di Ronaldinho nato nel 2005 dall'allora relazione del Gaucho con la ballerina Janaina Natielle Viana Mendes. E proprio grazie alla madre, che lo ha prima visto crescere nel centro di allenamento Toca da Raposa, e poi portato al provino con il Cruzeiro, che il ragazzino è riuscito a convincere la dirigenza della società di Belo Horizonte.

Per la felicità del padre, Joao ha dunque firmato un impegno che lo lega al Cruzeiro fino a 20 anni. "È un giocatore che promette, con caratteristiche interessanti e, ne sono sicuro, presto lo integreremo nel nostro team di professionisti", ha dichiarato il direttore delle squadre giovanili, Amarildo Ribeiro. Da tempo nel mirino di molti scout, e seguito con interesse anche dal Paris Saint-Germain, il ragazzo non ha ovviamente nascosto tutta la sua felicità.

La felicità di Joao

"E' un ragazzo che ha un buon fisico, buona qualità tecnica, capace di giocare sia come prima punta che come seconda punta. Pur essendo molto possente, ha buona velocità", ha aggiunto il direttore delle squadre giovanili del Cruzeiro. Qualità importanti che, insieme al dna del padre, fanno del figlio di Ronaldinho un possibile futuro crack del calcio brasiliano.

"Il Cruzeiro è stata la squadra che mi ha aperto le porte – ha raccontato Joao Mendes – Mi sono innamorato subito del club, l'allenamento è buono e la struttura è ottima. E' un piacere per me giocare qui, oggi è un giorno molto felice". Secondo indiscrezioni, al momento del suo provino nell'agosto scorso il figlio dell'ex attaccante di Barcellona e Milan pare si fosse presentato "in borghese" senza far capire la sua vera identità. Verità che è però venuta a galla subito dopo, proprio grazie all'interessamento del Paris Saint-Germain: società con la quale il padre ha giocato e vinto in Europa.