Negli ultimi minuti del match tra Inter e Verona tra i pali della squadra gialloblu è finito l’italo-brasiliano Romulo, che ha preso il posto di Nicolas. La sorpresa è stata tanta, ma era l’unica soluzione perché i cambi erano terminati e qualcuno doveva andare tra i pali. L’ex juventino non è stato naturalmente il primo a calciatore di movimento a finire in porta.

Romulo portiere contro l’Inter

I cambi erano finiti sabato scorso a San Siro per il Verona contro l’Inter. E quando l’arbitro Rocchi espelle Nicolas in porta ci va Romulo che si mette i guanti, cambia maglia e si disimpegna bene quando negli ultimi minuti ci prova Borja Valero. Il Verona grazie a Romulo riesce a non subire il quarto gol.

Ciccio Graziani in porta in Coppa Uefa

3 novembre 1976. Il Torino gioca la gara di ritorno degli ottavi di Coppa dei Campioni contro il Borussia Moenchengladbach, che all’andata si era imposto per 2-1. La gara di ritorno è durissima, vengono espulsi tre calciatori granata Caporale, Zaccarelli e il portiere Castellini. I cambi sono esauriti e a venti minuti dal termine in porta va Ciccio Graziani, che effettua un paio di grandi interventi e mantiene inviolata la sua porta. Finisce 0-0, il Torino non perde, ma viene eliminato.

Bilica e Di Michele vanno in porta e parano un rigore

Un momento indimenticabile lo ha vissuto Fabio Bilica che nel novembre del 1999 con il suo Venezia giocò a San Siro contro il Milan. La squadra rossonera, allora guidata da Zaccheroni, conduceva già per 2-0 quando al 70’ il portiere Casazza stende Shevchenko. Rigore e rosso, non ci sono più cambi per il Venezia, in porta ci va il difensore brasiliano che respinge il tiro del grande bomber ucraino. Mentre nel 2004 in Coppa Italia, in un 5-4 dell’Udinese al Lecce, Di Michele prima realizza due gol poi neutralizza un calcio di rigore di Vucinic.

Palacio, Crespo e Farinos

Nella sua prima annata con l’Inter Rodrigo Palacio in Coppa Italia ha giocato un quarto d’ora da portiere in una gara di Coppa Italia con il Verona. L’argentino di Bahia Blanca riesce a tenere la porta inviolata. Nel 2002 Farinos nel ritorno di Coppa Uefa con il Valencia sostituisce Toldo, espulso, gioca con una maglia di un paio di taglie più grandi e riesce a difendere il pareggio che dà la qualificazione. Mentre ai tempi del Parma, in Coppa Italia, Crespo disputa pochi minuti tra i pali, ma a differenza degli altri numeri uno occasionali subisce gol.