Nicolò Zaniolo corre verso il recupero. Il giovane talento della Roma e della Nazionale Italiana non ha mai nascosto il suo desiderio di voler partecipare all'Europeo (Mancini permettendo) e sta lavorando nel miglior modo possibile per recuperare dal suo infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale. Il programma di lavoro per recuperare dall'incidente sta proseguendo secondo la tabella stabilita e, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, il calciatore giallorosso nelle scorse ore è stato sottoposto ad approfonditi controlli a Villa Stuart per verificare i progressi fatti dal suo ginocchio nelle prime settimane di riabilitazione.

Per due ore Zaniolo è stato visitato dal professor Mariani e dallo staff medico che lo ha seguito nel corso del primo mese e traspare soddisfazione per come andando il percorso di recupero: il giocatore classe 1999 potrà iniziare la seconda fase della riabilitazione, per la quale sono stati individuati nuovi esercizi che possano permettergli di fare un po più "forza" sul ginocchio operato e testarlo con un impatto differente rispetto a quelli effettuati finora.

Zaniolo, visita a Villa Stuart un mese dopo l'infortunio

Come già affermato, Nicolò Zaniolo ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore destro con associata lesione del menisco lo scorso 12 gennaio, durante la gara di campionato giocato contro la Juventus Zaniolo, e nelle ore successive è stato subito operato per provare a recuperare il prima possibile in in vista di Euro 2020. Sono passati 31 giorni dalla sciagurata notte dell'infortunio e il trequartista giallorosso si è recato alla clinica Villa Stuart senza le stampelle per capire a che punto è la sua guarigione. Zaniolo non sarà disponibile fino alla fine della stagione per la formazione di Paulo Fonseca ma proverà in tutti i modi a esserci per il torneo continentale per nazionali che si giocherà a giugno.