I tifosi della Roma stanno dalla parte di Claudio Ranieri. Mentre le voci di calciomercato sul futuro della panchina giallorossa impazzano, i sostenitori della formazione capitolina dimostrano tutto il proprio sostegno all'esperto allenatore arrivato per sostituire l'esonerato Di Francesco. Come? Con uno striscione esposto a Trigoria e dedicato a Ranieri con riferimento all'impresa in Premier con il Leicester: "Dopo che hai conquistato la terra di Albione sei tornato a casa per guidare la tua legione. I romanisti sono con te”.

Roma, lo striscione dei tifosi per Claudio Ranieri

Nella notte i tifosi della Roma hanno affisso uno striscione per dimostrare tutta la propria vicinanza e sostegno a Claudio Ranieri. In questo finale di stagione incandescente per i giallorossi a caccia della qualificazione alla prossima Champions, la Curva Sud si è schierata al fianco dell'esperto mister nell'anniversario della storia impresa realizzata alla guida del Leicester, campione in Premier League il 2 maggio 2016. Questo il testo dello striscione: "Dopo che hai conquistato la terra di Albione sei tornato a casa per guidare la tua legione. I romanisti sono con te".

Ranieri ringrazia i tifosi prima di Genoa-Roma

Parole che hanno emozionato Claudio Ranieri che nella conferenza stampa di presentazione di Genoa-Roma, match in programma sabato alle ore 18 ha voluto ringraziare i tifosi: "Io sono venuto qui per cercare di aiutare la squadra, con l'aiuto dei tifosi, che ci stanno dando una grande mano. Li ringrazio per lo striscione fuori Trigoria, è bellissimo. Sto cercando di fare il massimo di quello che mi è stato chiesto e spero che i nostri sostenitori ci aiutino fino alla fine". E per quanto riguarda il futuro, e le voci relative all'interesse della società capitolina per Antonio Conte e Maurizio Sarri, Ranieri non si lascia distrarre: "Il prossimo allenatore? Sono un uomo di campo, i discorsi che escono dal campo non mi interessano".

Ranieri su Genoa-Roma e la "Lazio che si può scansare"

E in casa del Genoa sarà fondamentale il sostegno dei tifosi capitolini. Claudio Ranieri è consapevole delle difficoltà del match di Marassi contro una formazione che vuole chiudere il discorso salvezza: "Col Genoa mi aspetto una partita difficile, è una squadra che ha battuto Atalanta, Lazio e Juventus, e noi dovremo essere molto concentrati". A tal proposito il mister giallorosso ha fatto il punto sulla formazione e sulle condizioni di Dzeko, Pastore e Zaniolo: "Dzeko? Ho due allenamenti prima di decidere, spero stia bene.Ha avuto una piccola distorsione alla caviglia ma spero possa allenarsi regolarmente oggi e domani. Zaniolo? E' pronto, è un generoso, ma al primo anno non può avere quella facilità di corsa, però forza interiore e fisico lo aiutano molto. Pastore? Mancano quattro partite alla fine e sono tutte difficili. Ho bisogno di tutti i miei calciatori al cento per cento per avere più scelta e chi non è utilizzato dall'inizio non deve sentirsi surclassato da me: conta la Roma, non l'ego, e portare la squadra in Champions sarebbe un successo per tutti, a prescindere da chi gioca. Schick? Scommetto su di lui, è un ragazzo veramente valido. C'è chi matura prima e chi ha bisogno di più tempo".

La frase che ha fatto infuriare i biancocelesti

In conferenza stampa un giornalista ha ricordato a Ranieri cosa capitò nel 2010 in occasione di Lazio-Inter, quando i tifosi biancocelesti chiesero alla squadra di ‘scansarsi' per favorire i nerazzurri nella corsa scudetto. "Così è stato – ha ammesso Ranieri -. Non mi interessa se potrà riaccadere con l’Atalanta, ci pensi la Lega. Io penso ad allenare, sono una persona leale e questo è importante".