Rivoluzione giallorossa. Da quando la società ha deciso di esonerare Di Francesco ponendo fine al progetto tecnico dell'ex Sassuolo, è iniziato un lento ma inesorabile declino in cui si stanno salvando in pochissimi. E che potrebbe avere fine con la nomina di un nuovo allenatore capace di ridare un nuovo corso. Come Gian Piero Gasperini il deus ex machina dell'Atalanta ad un passo dal sogno Champions League. Una volta raggiunta la meta, probabilmente ci saranno i saluti tra allenatore e club orobico.

L'accordo: 3 anni a 2.5 milioni

Una scelta che la Roma ha sposato da diverso tempo, in modo particolare subito dopo il rifiuto di Antonio Conte che ha declinato l'invito giallorosso. Gasperini e la Roma sono già in contatto e tutto lascia propendere per il nuovo accordo che prevede un contratto di 3 anni a 2.5 milioni di euro a stagione. Non solo nuovo tecnico, ma anche un nuovo direttore tecnico (Totti) e un nuovo direttore sportivo (Petrachi).

La fine del ciclo a Bergamo, con la Champions

Gasperini nei prossimi giorni dovrebbe avere un incontro con il presidente dei bergamaschi Antonio Percassi, nel quale potrebbe chiedere di essere lasciato libero per un passaggio in giallorosso, con davanti ben chiara l'offerta della Roma. Prima il tecnico piemontese vuole riuscire a conquistare la qualificazione alla prossima Champions League con l'Atalanta nell'ultima gara di campionato contro il Sassuolo, chiudendo il ciclo a Bergamo.

Anche Petrachi in giallorosso

Poi ci sarà spazio anche per qualche cambiamento societario, con la nomina già fatta di Totti come direttore tecnico e l'imminente arrivo di Gianluca Petrachi, dal Torino società alla quale ha già comunicato la propria volontà di chiudere in anticipo la sua esperienza. Legato al club da un contratto in scadenza nel 2021, Petrachi presenterà le dimissioni nei prossimi giorni e a fine giugno raggiungerà la sua nuova destinazione capitolina.