La rivoluzione alla Roma è appena iniziata. Dopo l’esonero di Di Francesco va via anche il direttore sportivo Monchi, che da tempo è nel mirino dell’Arsenal che vorrebbe ricomporre la coppia con Emery, duo vincente ai tempi del Siviglia. Non ci sono state le dimissioni, ma il club e il giocatore hanno trovato l'accordo per la risoluzione. Il nuovo direttore sportivo è Ricky Massara, ex collaboratore di Sabatini e assistente di Monchi.

Monchi e la Roma

L’uomo mercato spagnolo era arrivato in pompa magna nella capitale, con la fama di mago del mercato. I suoi trascorsi al Siviglia parlavano per lui, considerando successi (in Europa League) e un gran numero di talenti scoperti, comprati a poco prezzo e rivenduti a peso d’oro. Alla Roma ha portato tanti talenti, un nome su tutti Zaniolo, ma i risultati in questa stagione sono stati molto negativi e adesso l’addio è vicino. Si parla da tempo dell’Arsenal ma c’è chi ipotizza anche il grande ritorno di Monchi con il Siviglia.

Monchi lascia la Roma

Il futuro del direttore sportivo spagnolo era già segnato, la separazione era certa a fine stagione, con il presidente James Pallotta che sembra pronto a riprendere Franco Baldini, ma l’addio è anticipato. Monchi ha legato la sua permanenza in giallorosso a Di Francesco che ora non c’è più e così le strade del dirigente spagnolo e del club giallorosso si sono separate. Un elemento determinante potrebbe essere rappresentato dal ruolo che ha avuto Totti nell’esonero dell’ex centrocampista. Totti avrebbe votato contro Di Francesco e soprattutto avrebbe contattato Claudio Ranieri, tornato dopo otto anni.

Il saluto di Monchi

La Roma così ha comunicato l'addio: “L’AS Roma e Monchi raggiungono un accordo per risolvere consensualmente il proprio rapporto lavorativo”. Monchi ha saluto tutti: “Ringrazio il Presidente, il management, lo staff, i giocatori e i tifosi per il loro sostegno. Auguro alla Roma i migliori successi”. Con Ranieri l'altra grande novità è rappresentata da Massara, nuovo direttore sportivo.