L’infortunio di Lorenzo Pellegrini complica e non di poco i piani della Roma, ma aiuta la rincorsa a un posto da titolare di Pastore e Zaniolo. Il centrocampista ventitreenne starà fuori per due mesi, salterà undici partite, tra campionato e Europa League. Fonseca dovrà trovare una soluzione, le alternative non gli mancano. Nell’elenco dei possibili sostituti anche Mkhitaryan e Veretout.

L’infortunio di Lorenzo Pellegrini

A Lecce Pellegrini ha riportato la frattura del quinto metatarso del piede destro. Il giocatore è stato operato a Roma, l’intervento è perfettamente riuscito. Dovrà fermarsi per sessanta giorni. Pellegrini inizierà subito le cure per recuperare il prima possibile, ma dovrà rimanere fermo ai box.

Pastore e Zaniolo le prime scelte di Fonseca

L’infortunio di Pellegrini è dannoso per la Roma, ma può aiutare Zaniolo e Pastore, due calciatori a caccia del riscatto. Negli ultimi mesi il centrocampista del 1999 non è riuscito a ripetersi, il posto fisso in quest’avvio di campionato non lo ha mai avuto e adesso ha la chance di ritornare titolare. Fonseca però dovrebbe spostarlo al centro e dunque alle spalle di Dzeko. Quella posizione potrebbe tranquillamente occuparla Javier Pastore, che è nato trequartista e che da quando è arrivato nella Capitale quasi mai ha mostrato tutto il suo talento. La chance per entrambi è notevole, sia Zaniolo che Pastore hanno la possibilità di prendersi le chiavi della Roma.

Le alternative: Mkhitaryan, Cristante e Veretout

La Roma ha grande abbondanza tra centrocampo e attacco e Fonseca, in vista anche dei tantissimi impegni, potrebbe avere la possibilità di scegliere anche Mkhitaryan come sostituto di Pellegrini. L’armeno ha grandi qualità tecniche ed è un giocatore intelligente, potrebbe lasciare la fascia quando tornerà a disposizione Under. Ma perfetto sarebbe anche Bryan Cristante, che Fonseca ha schierato in genere davanti la difesa ma che con l’Atalanta ha giocato alle spalle della punta. E anche il francese Veretout potrebbe ricoprire quel ruolo, anche se l’ex viola è un regista e potrebbe continuare a muoversi tra la difesa e l’attacco giallorosso.