La Roma ha perso per due mesi Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista giallorosso oggi è stato operato a Villa Stuart dal professor Santucci. Pellegrini domenica scorsa nel match di campionato con il Lecce si è infortunato e ha riportato la frattura del quinto metatarso del piede destro. Il calciatore della Nazionale tornerà a disposizione a inizio dicembre. Per Fonseca è una grossa perdita.

Lorenzo Pellegrini, operato, i tempi di recupero

Probabilmente, con Dzeko, Pellegrini è stato il miglior giocatore della Roma in quest’avvio di stagione. Il ventitreenne, che da poco tempo è diventato papà, contro il Lecce si è infortunato seriamente. Dopo gli esami, svolti nella giornata di ieri, Pellegrini è stato operato a Villa Stuart, intervento eseguito dal professor Santucci con la presenza del responsabile sanitario del club Andrea Causarano. La Roma fa sapere che:l’intervento è perfettamente riuscito, presumibilmente il recupero agonistico sarà in 60 giorni”.

Quali e quante partite salterà Pellegrini

Pellegrini, che ovviamente non sarà presente nelle prossime partite di qualificazione all’Europeo con la Nazionale (era stato determinante contro l’Armenia e titolare contro la Finlandia), se starà fuori per due mesi salterà sette partite di campionato, incluse quelle con Napoli e Milan. Se il recupero avverrà in sessanta giorni Pellegrini tornerà in rosa per la partita con il Verona del 1° dicembre, altrimenti sarà nei convocati per Inter-Roma. Il centrocampista salterà anche quattro partite di Europa League.

Come la Roma può sostituire Pellegrini

Nel 4-2-3-1 Fonseca aveva come perno Lorenzo Pellegrini, adesso il tecnico portoghese non lo avrà per due mesi. Di soluzioni Fonseca ne ha. Innanzitutto Zaniolo, che potrebbe essere spostato dalla fascia al centro e può riprendersi il posto fisso. Ma il sostituto ideale di Pellegrini è Pastore, che ha la possibilità di ritornare in grande stile tra i titolari della Roma.