Replicare un possibile colpo come quello che potrebbe compiere la Juventus con Cristiano Ronaldo è praticamente impossibile, ma tutto sommato, per quanto visto fino a questo momento, il mercato della Roma (che fin dall’inizio ha scongiurato l’arrivo di campioni del calibro di CR7), può dirsi comunque discretamente positivo. Lasciando per un attimo da parte la questione relativa alla dolorosa cessione di Nainggolan e a quella possibile di Alisson al Real Madrid appena il Mondiale del Brasile sarà concluso, Monchi ha lavorato piuttosto bene in entrata mettendo in condizione Di Francesco di lavorare su ben 10 facce nuove (l'ultima è il portiere Daniel Fuzato), per la maggior parte giovani, più il talento di uno come Javier Pastore.

Ad oggi si continua però ad inseguire l’acquisto da 10 e lode che potrebbe essere anche rappresentato da Domenico Berardi, che però ora è seguitissimo anche dal Milan, così come di Ziyech per cui il club giallorosso avrebbe già una base d’accordo. Vediamo dunque nel dettaglio tutte le trattative relative all’attuale mercato dei giallorossi.

La questione rinnovo di Florenzi tiene banco a Roma

Ha ricominciato ad allenarsi a Trigoria nonostante si parli spesso di lui solamente per la questione legata al rinnovo del contratto. Alessandro Florenzi è carico e non vede l’ora di cominciare la nuova stagione ed è orientato a restare alla Roma. Si aspetta che la società faccia un passo avanti rispetto ai 2,7 milioni l’anno più i premi che gli sono stati proposti, ma non vuole prendere in considerazione altre ipotesi.

Juve (prima di virare poi per Cancelo), ma anche da Inter, Atletico Madrid Chelsea, tra le squadre che hanno presentato per lui anche offerte da quattro milioni in su. Per Florenzi l’offerta della Roma è inferiore a quella di almeno cinque o sei giocatori della Roma. Ma nessuno a Trigoria mette in discussione la sua professionalità, l’attaccamento alla maglia, il suo valore tecnico. Di Francesco lo considera terzino destro anche per la prossima stagione nonostante l’aumento della concorrenza con il ritorno di Karsdorp dopo l’infortunio.

Alisson è ancora un nodo da sciogliere importante

Prima di andare a vedere cos’altro potrà fare la Roma del punto di vista delle entrate, bisognerà capire come finanziare gli eventuali acquisti. C’è infatti in uscita la questione relativa ad Alisson. Il portiere brasiliano partirà solo se il club incasserà la cifra che ritiene giusta. Real Madrid e Chelsea lo cercano e sono le squadre più interessate al numero 1 della Selecao, ma nessuno è ancora arrivato a 70 milioni di euro, cifra fissata dalla Roma per il prezzo del cartellino del giocatore.

Quel che è certo però, in questa situazione di stallo, è ciò che ha comunicato ai dirigenti lo stesso Alisson che ha dichiarato di essere tentato dalle offerte e quindi dal desiderio di andare via. Ma non intende creare problemi al club. Se non fosse possibile trovare una soluzione condivisa, vantaggiosa anche per la Roma, risponderebbe alla convocazione di Di Francesco dopo le vacanze e onorerebbe il contratto che lo vincola fino al 2021. Per i sostituiti dunque, c’è molta cautela nell’ambiente. Areola e Olsen sono però sempre al centro delle trattative.

Forsberg e Willian i sogni ‘impossibili’ di Di Francesco, ma c’è il sogno Mertens

Incalzato sull’argomento acquisti Eusebio Di Francesco non ha fatto mistero che comunque la campagna acquista fatta fino a questo momento da Monchi l’abbia soddisfatto molto. Certo, ci sarà da capire come utilizzerà questi calciatori, ben 9 per la precisione, con Mirante sicuramente secondo portiere e Coric che partirà un passo indietro agli altri. Ma per il resto, tra Cristante, Pastore e Kluivert, si parla già di un possibile utilizzo nell’11 titolare a partire dalla prossima stagione. Santon è una soluzione in più sulla fascia soprattutto dopo la partenza di Bruno Peres ufficialmente ceduto al San Paolo. Dal Mondiale all’ex tecnico del Sassuolo interessano molto Forsberg, Willian e Milenkovic della Serbia, ma Monchi per lui ha in pronto un altro colpaccio: Dries Mertens.

Con l’indizio del Napoli che pare sia ormai vicinissimo a Di Maria, il belga potrebbe presto salutare i partenopei e sbarcare nella Capitale. I giallorossi infatti starebbero avviando i primi contatti con il Napoli per capire la fattibilità della trattativa per il belga, attualmente impegnato ai Mondiali. Inoltre, l’agenzia che cura gli interessi dell’attaccante classe ’87 (la Stirr Associates) ha glissato sull’argomento: “Roma è una bella città, ma non diciamo altro”. Insomma, con calma si potrà sapere qualcosa in più ma la volontà di Mertens ancora non è stata esternata dal diretto interessato.

Capitolo Berardi: non preoccupano gli assalti del Milan

E se da una parte dunque la trattativa per portare Mertens a Roma non è ancora partita, anzi, stiamo ancora nel campo delle ipotesi, non si può dire di certo lo stesso per quanto riguarda Domenico Berardi, il fantasista del Sassuolo, autentico pupillo di Di Francesco. Il diretto interessato ha dichiarato apertamente di volere solo la Roma in caso di cessione rimandando quindi al mittente la richiesta del Milan al club emiliano nei confronti del giocatore calabrese.

Le ultime stagioni di Berardi al Sassuolo (Transfermarkt)
in foto: Le ultime stagioni di Berardi al Sassuolo (Transfermarkt)

Monchi al momento non sembra convintissimo di poter acquistare un calciatore a 30 milioni di euro (quanto chiesto da Squinzi) soprattutto per vie delle ultime stagioni che l’hanno visto segnare pochissimo anche per via dei tanti infortuni. Berardi avrebbe tutta la fiducia dell’allenatore e non è escluso dunque che nella trattativa vi possa rientrare anche una contropartita tecnica per cercare di avere uno sconto sul prezzo del cartellino che al momento la dirigenza giallorossa giudica troppo oneroso.

Il 4-3-3 della Roma, al momento, non sembra niente male

Lo abbiamo detto: ben 9 acquisti sono già tanti. E c’è quasi da dire che la squadra possa essere completa, ma sarà tutto da vedere. Bisognerà capire dove far giocare Pastore, dove piazzare Cristante, eventualmente, e chi prenderà il posto di Nainggolan. Con Justin Kluivert, El Shaarawy, Perotti e Cengiz Under a giocarsi due posti per 4, il tecnico giallorosso avrà davvero tanto lavoro da svolgere per poter scegliere con calma l’11 titolare migliore per la sua Roma.

L’attuale possibile 11 della Roma il prossimo anno (Buildlineup)
in foto: L’attuale possibile 11 della Roma il prossimo anno (Buildlineup)

Ma occhio anche a Pellegrini che potrebbe essere seriamente un titolare dei giallorossi già a partire dal prossimo anno, soprattutto per la grande considerazione che ha di lui Mancini, nuovo tecnico della Nazionale e che ha puntato forte su di lui per il futuro degli azzurri.