Antoine Griezmann è stato uno dei migliori giocatori del 2016. Trofei non ne ha conquistati né con l’Atletico Madrid – secondo nella Liga e finalista perdente in Champions League – né con la Francia – con cui ha perso la finale di Euro 2016, manifestazione in cui è stato eletto miglior giocatore ed ha vinto anche il titolo di capocannoniere. Ma i tanti gol, i premi e i piazzamenti non bastano a Franck Ribery per definire il suo connazionale un giocatore di alto livello. L’esterno del Bayern Monaco alla ‘Bild’ infatti ha proposito di Griezmann ha detto:

Non è un giocatore di classe mondiale, semplicemente perché non ha avuto una certa continuità di rendimento nel corso degli anni. Quando farà ottime prestazioni per dieci, dodici o quindici anni di fila mi congratulerò con lui. Io nonostante l’infortunio attuale sono sempre stato tra i migliori nelle ultime dieci stagioni.

Considerato che il venticinquenne francese nelle ultime tre stagioni ha realizzato almeno venti gol (lo scorso anno trentadue solo con i ‘Colchoneros’) si capisce che queste affermazioni sono figlie probabilmente di una vecchia rivalità. Perché qualche anno fa Deschamps decise di rinunciare a Ribery perché in rosa aveva un giovane in ascesa che era proprio Griezmann, che ereditò inizialmente la maglia numero 7 e la posizione in campo dell’illustre connazionale. Ribery quel momento non lo ha dimenticato e dall’alto della sua carriera e dell’impressionante numero di trofei vinti attacca il calciatore che con Pogba detiene lo scettro di francese più bravo e più forte.

Con la nazionale francese nemmeno Ribery ha vinto nulla, mentre a livello di club tra i due il paragone per ora è improponibile. Perché Griezmann ha vestito le maglie della Real Sociedad e dell’Atletico Madrid, che è un’eccellente squadra ma non all’altezza del Barcellona, del Real Madrid o dello stesso Bayern pigliatutto che in patria ha scarsa concorrenza.