Come sarà il Real Madrid del futuro? A fine stagione le merengues rivoluzioneranno la squadra sul mercato? Zinedine Zidane apre ad un restyling in vista della prossima stagione alla vigilia della non semplice partita contro il Valencia. L'allenatore francese dei blancos ha parlato degli scenari che attendono il suo club in sede di trattative, chiedendo però rispetto per i propri calciatori da qui al termine della stagione.

Zidane apre alla rivoluzione di mercato del Real Madrid

Tanti i nomi accostati al Real Madrid in sede di mercato dalle ultime settimane. Da Hazard a Koulibaly, passando per Kane, Pogba e Mbappé: sono diversi i top player sull'agenda delle merengues che potrebbero però essere molto attivi anche sul fronte delle uscite. Zinedine Zidane alla vigilia del match contro il Valencia ha dichiarato a tal proposito: "A fine stagione qualcosa cambieremo, ci saranno delle novità, ma ora voglio rispetto per i miei giocatori e parlare di pulizia della rosa non è rispettoso". Un'apertura parziale a possibili restyling di mercato ma anche una richiesta di rispetto per tutti quei giocatore che a fine anno potrebbero salutare Madrid.

Varane può lasciare il Real Madrid, il punto di Zidane

Tra questi c'è anche il francese Varane che a quanto pare avrebbe già manifestato la volontà di provare una nuova avventura professionale (la Juventus è sulle sue tracce). Zidane parla così del suo connazionale: "E' giovane, da otto anni è qui e ha sempre fatto bene, spero che non sia così, voglio che resti e comunque a me non ha detto nulla se non che gioca nel miglior club del mondo dove ha vinto tantissimo. Non è il momento di parlare di acquisti e cessioni. Io sono l'allenatore e devo fare le mie scelte, lo faccio sempre con grande sincerità nei confronti dei miei giocatori, poi c'è un club che prende le proprie decisioni, ma si lavora insieme, ci si confronta e a fine stagione sarà tutto più chiaro su quello che faremo".

Il futuro di Marcelo al Real

Anche per Marcelo nei mesi scorsi si è parlato di una possibile cessione. Zidane difende il brasiliano dalle critiche: "Ha giocato poco ultimamente, è stato fenomenale quel che ha fatto qui e so che può dare ancora tanto, da qui alla fine giocherà tante partite". Stesso discorso anche per Gareth Bale: "I fischi a Bale? Anche io sono stato fischiato, bisogna accettarli e avere la personalità per farseli scivolare sopra". In conclusione una battuta sulla scelta di schierare il figlio Luca, nell'ultimo match contro l'Huesca: "Per me non cambia nulla, la gente che mi conosce sa che se Luca gioca è per meriti propri, è un canterano e come tanti altri in questi anni, ha le sue chance in prima squadra, se poi qualcuno attacca colpendo la sfera personale non mi cambia nulla"