La costruzione della squadra è fondamentale per affrontare la stagione. Per questo motivo, nei mesi estivi del calciomercato ci si affanna in corse all'affare di turno, al campione tanto desiderato, al tassello dell'ultimo minuto per completare la rosa. La qualità dei giocatori è importante e incide sull'andamento dell'annata sportiva. Ma qualità non è sempre sinonimo di prezzi alti e spese folli: il sito Calcio e Finanza ha elaborato l'indice di rendimento delle squadre di Serie A, basandosi su parametri come il valore della rosa e i punti in classifica. Dai calcoli emerge che non sono le squadre che hanno speso di più ad avere il rendimento migliore.

Quanto costa ogni punto in classifica, guida l'Atalanta

Al primo posto per rendimento c'è l'Atalanta. Il calcolo messo in pratica dal sito è semplice: il costo della rosa viene diviso per 38, il numero di gare in Serie A che ciascuna squadra disputa ogni anno; il risultato è poi moltiplicato per il numero di partite giocate finora (34) ed infine diviso per il numero di punti raccolti da ogni squadra.

Secondo questa stima, i bergamaschi hanno speso 637mila euro per ogni punto guadagnato in classifica. Gli uomini di Gasperini stanno disputando una stagione straordinaria: sono in finale di Coppa Italia e – con la vittoria di ieri contro l'Udinese – occupano il quarto posto in classifica con 59 punti, che gli garantirebbe una storica qualificazione in Champions League per il prossimo anno. Con un valore di squadra complessivo che ammonta a 42 milioni, si tratta di un risultato straordinario di cui gran parte dei meriti sono dell'allenatore piemontese.

Classifica per indice di rendimento: completano il podio Torino e Sampdoria

Al secondo posto di questa speciale classifica troviamo un'altra squadra che sta portando avanti una stagione sopra le aspettative. Il Torino di Walter Mazzarri in questo momento è sesto con 56 punti, può toccare con mano un piazzamento in Europa League per il prossimo anno e sogna la musichetta della Champions, lontana soltanto 3 punti al momento. Con un costo allargato della rosa di 59 milioni, i granata hanno raccolto un punto ogni 943mila euro. Poco sopra il milione di euro è il costo per ogni punto raccolto dalla Sampdoria, terza per indice di rendimento a quota 48 con un patrimonio di 59 milioni.

Rendimento in base al valore della rosa, la situazione di Napoli e Juve

Le prime della classe pagano profumatamente i (tanti) punti che hanno accumulato in classifica. Gli azzurri, attualmente a quota 70 e con una rosa dal valore di 156 milioni, hanno una media di un punti ogni due milioni di euro. Per i bianconeri la situazione è leggermente diversa: l'arrivo di Cristiano Ronaldo, insieme agli altri acquisti recenti di grande valore hanno fatto schizzare alle stelle il prezzo della rosa, che adesso è di 338 milioni. A fronte degli 88 punti conquistati, il calcolo fa emergere che ognuno di questi abbia il valore-monstre di 3 milioni e 434 mila euro. Quasi 5 volte e mezzo il prezzo di un gol dell'Atalanta.